Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 10.08.2018 | il manifesto

Fermati i giovani che il 2 agosto hanno ferito a colpi di pistola un migrante gambiano a Pistoia gridando «sporco negro bastardo». Sono due tredicenni che si sono giustificati parlando di una «goliardata»

Italia

Gambiano ferito a Pistoia, fermati due tredicenni

Riccardo Chiari

L’aggressione il 2 agosto scorso. I minori hanno gridato «sporco negro bastardo» e sparato con una scacciacani contro l’uomo che camminava per strada. Trovata in casa l’arma a salve, i minori hanno parlato di «gesto goliardico»

La sinistra fiorentina contro i respingimenti

Riccardo Chiari

Al via una campagna con manifesti da affiggere nei circoli Arci e nelle Case del popolo, locandine da appuntare alle porte di ingresso dei negozi, e magliette da vendere in occasione delle kermesse estive. Insieme Firenze riparte a Sinistra e Firenze città aperta, con l’immagine di Josepha: “Salvare i naufraghi, riaprire i porti”.

Il pasticcio delle periferie

Andrea Fabozzi

Per rimediare al taglio dei fondi per le periferie, votato da tutte le opposizioni con la maggioranza, i comuni chiedono di convocare una conferenza stato regioni in modo da soddisfare le osservazioni della Corte costituzionale. Ma ne hanno appena tenuta una sullo stesso argomento

Commenti

Vaccini, perché l’approccio muscolare è fragile

Andrea Capocci

Per capire la strategia dei M5S, è bene tenere a mente che l’Italia non è affatto divisa tra Pro Vax e No Vax. Questi ultimi sono una minoranza elettoralmente trascurabile a livello nazionale. La mossa punta a riproporre il Movimento come forza anti-establishment. E a uscire dall’ombra in cui l’ha relegato Salvini.

GERMANIA

La chiamata dei sovranisti della Linke

Sebastiano Canetta

Il movimento «Alzati» di Sahra Wagenknecht raccoglie adesioni, con l’appoggio di Oskar Lafontaine. Il 4 settembre lasceranno il partito di Katja Kipping, troppo «internazionalista». Secondo la Taz: «’Aufstehen’ ha già raggiunto 50 mila firme, tra cui quelle di chi sceglieva Afd per protesta»

MEDIORIENTE

Gaza, la distruzione del Messhal annuncio di guerra

Michele Giorgio

Il bombardamento del centro culturale indica l’intenzione del governo Netanyahu di dare inizio ad un nuovo ampio conflitto. Raid israeliani e razzi di Hamas hanno segnato le passate 24 ore. Una giovane donna e sua figlia di 18 mesi uccise da un missile israeliano

Commenti

L’Europa scelga tra razzismo e democrazia

Ahmad Tibi*

Dopo l’approvazione della legge dello Stato-nazione ebraico, le nazioni europee hanno di fronte due opzioni: continuare a incoraggiare il razzismo israeliano e i suoi crimini ignorando la realtà, o agire per salvare la prospettiva di una pace giusta e duratura che salvaguardi i diritti di tutti, israeliani e palestinesi, cristiani, drusi, musulmani ed ebrei

Caso Skripal, dagli Usa sanzioni «a tempo» contro Mosca

Yurii Colombo

Washington dà alla Russia 90 giorni per consentire ispezioni dell’Onu e dimostrare che non userà armi chimiche e biologiche. Preoccupazione a Mosca: le nuove misure colpiscono duramente un’economia già instabile

Satta-Boschian, il carteggio degli smarrimenti

Costantino Cossu

«Mia indissolubile compagna»: in un libro a cura di Angela Guiso, ripubblicato da Ilisso, l’epistolario di Salvatore Satta e sua moglie Laura Boschian, durato dal 1938 al 1971

Visioni

Il sax che faceva impazzire il cane

Mariangela Mianiti

Secondo appuntamento con i Racconti d’estate. Quando diventammo un po’ più esperti, io al piano e lui al violino, iniziarono le dispute con mio fratello Pietro. Suonare fin da piccoli è come ricevere lezioni di vita, perché gli strumenti sono impietosi.

Rubriche

L’autentico nel falso d’arte

Alberto Olivetti

La virtù di un falsario di alto rango è la più lontana dalla abilità del copista. Entrambi, falsario e copista, diciamo così, «trasferiscono». Ma il copista sposta e “duplica”. Il falsario disloca e “ricrea”.

L’Ultima

Aigues-Mortes, una strage razzista

Mauro Ravarino

7 agosto 1893, convinta da una «fake news», la folla dà la caccia agli emigrati italiani che lavorano nelle saline in Camargue e fa 10 vittime. Lo storico Enzo Barnabà ricostruisce la tragedia e la sua drammatica attualità. «La stampa di estrema destra presentava i nostri connazionali come delinquenti. Si voleva difendere “l’identità francese”. Sembrano frasi scritte oggi in Italia»

Sorgente: il manifesto del 10.08.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.