Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

OLTRE 50 CIVILI UCCISI IN ATTACCHI AEREI STATUNITENSI NEL SUD-EST DI DEIR EZZOR

Il 12 luglio, gli aerei da guerra della coalizione guidata dagli Stati Uniti hanno condotto una serie di attacchi aerei su edifici civili nei villaggi di al-Baghuz Fawqani e al-Susah nella campagna sud-orientale di Deir Ezzor, secondo l’agenzia di notizie araba siriana (SANA). L’agenzia statale ha detto che più di 30 civili sono stati uccisi e altre decine sono rimaste ferite a causa dei raid aerei della coalizione.

Ore dopo, l’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR) ha riferito che il numero di vittime è aumentato a più di 54 civili, tra cui donne e bambini. Il gruppo di monitoraggio pro-opposizione ha anche accusato la coalizione guidata dagli Stati Uniti di portare a termine i micidiali attacchi aerei.

Il portavoce della coalizione, il colonnello Sean Ryan, ha detto a Reuters che gli aerei della coalizione “potrebbero avere” condotto attacchi aerei su al-Baghuz Fawqani e al-Susah nelle ultime 24 ore. Il colonnello Ryan ha aggiunto che il rapporto sulle vittime civili è stato inoltrato al “Civilty Casualty Cell per ulteriori accertamenti”.

Questa non è la prima volta che la coalizione guidata dagli Stati Uniti viene accusata di aver commesso massacri in Siria. Secondo il SOHR, la coalizione ha ucciso oltre 3.300 civili dall’inizio delle sue operazioni nel paese devastato dalla guerra nel 2014.

L’intenso bombardamento su al-Baghuz Fawqani e al-Susah è probabilmente una parte dei preparativi per una nuova operazione militare contro i restanti combattenti dell’ISIS lungo la sponda orientale del fiume Eufrate. La coalizione guidata dagli Stati Uniti e i suoi delegati siriani potrebbero avviare l’operazione nei prossimi giorni, se non addirittura ore.

Nota: Le operazioni dell’aviazione USA e della coalizione da loro guidata, secondo vari osservatori, vengono condotte per giustificare la presenza delle forze USA nel paese arabo dopo che anche il governo siriano aveva dichiarato che non esiste motivo per la permanenza delle forze USA nel paese che nessuno ha invitato e che non dispongono di alcun mandato delle Nazioni Unite.

Il numero delle vittime civili, causato dai bombardamenti della coalizione a guida USA, in realtà risulta molto più alto di quanto indicato dai rapporti ufficiali. Tuttavia queste vittime non hanno suscitato alcuna protesta presso i media occidentali al contrario di quanto accaduto per i bombardamenti effettuati dall’Aviazione russa sul Goutha, alcuni mesi addietro. Sarà che le vittime civili, per i media occidentali, non pesano tutte allo stesso modo.

South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

Sorgente: OLTRE 50 CIVILI UCCISI IN ATTACCHI AEREI STATUNITENSI NEL SUD-EST DI DEIR EZZOR – controinformazione.info

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.