Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

«Quante gliene abbiamo date a Cucchi». La versione dell’ex moglie del carabiniere imputato | Left

«C’ero pure io, quante gliene abbiamo date a Cucchi»: al processo Cucchi è il giorno di Raffaele D’Alessandro, anzi dell’ex moglie di uno dei cinque carabinieri imputati a vario titolo per la morte del geometra romano in conseguenza al suo arresto, nell’ottobre del 2009, per possesso di sostanze. Gli altri sono Alessio Di Bernardo, Francesco Tedesco, sempre della stazione Appia, tutti per omicidio preterintenzionale e abuso d’autorità. E poi ci sono altri due imputati, il maresciallo Roberto Mandolini, che risponde dei reati di calunnia e falso, mentre lo stesso Tedesco, insieme con Vincenzo Nicolardi, di calunnia nei confronti di tre agenti della penitenziaria che furono processati per questa vicenda e poi assolti in maniera definitiva.

Oggi Anna Carino ha raccontato tutto in aula: «Il mio ex marito mi disse di avere partecipato alla perquisizione in casa di Stefano Cucchi e che non avevano trovato niente. Ma dopo diversi mesi, dopo aver visto un servizio in tv, mi fece una confidenza

Sorgente: «Quante gliene abbiamo date a Cucchi». La versione dell’ex moglie del carabiniere imputato | Left

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.