Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Migranti, Salvini scrive alla Valletta: “Nave Aquarius approdi a Malta, non in Italia” – Rai News

Il ministro dell’Interno: “È quello il porto più sicuro”. Ieri le autorità maltesi avevano impedito l’ingresso in porto alla nave di una ong olandese con 126 a bordo. Era intervenuta la Guardia costiera italiana e alla fine la nave è stata fatta approdare a Pozzallo. Meloni (FdI): “Malta scarica problema migranti su Italia, chiudiamo i porti”. Malta a Roma: non abbiamo competenza su caso Aquarius. Il premier Muscat: “Malta ha sempre agito in accordo con le regole internazionali sull’immigrazione”

10 giugno 2018 Una lettera urgente alle autorità maltesi è stata scritta dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, chiedendo di far approdare alla Valleta la nave Aquarius con 629 migranti a bordo, essendo quello il “porto più sicuro”. L’Aquarius non è stata autorizzata ad approdare in Italia. Malta ieri ha impedito l’ingresso in porto a una ong olandese Le autorità maltesi avevano impedito l’altro ieri l’ingresso in porto della nave Seefuchs, con 126 migranti a bordo: l’unità, di una Ong olandese, era in difficoltà per le cattive condizioni del mare, ma Malta – ha riferito alla polizia italiana il comandante dell’unità – ha solo proposto assistenza in mare, senza autorizzare l’ingresso in porto. Era così intervenuta la Guardia costiera italiana e la nave, alla fine, è stata fatta approdare a Pozzallo, dove è arrivata ieri mattina. È stato l’ultimo episodio di un lungo contenzioso tra Italia e Malta, il cui comportamento è stato stigmatizzato dallo stesso Salvini l’altro giorno: La Valletta “non può sempre dire no a qualsiasi richiesta d’intervento”, ha detto il ministro. Il premier di Malta, interessi comuni con l’Italia Malta intende costruire buone relazioni con l’Italia, nella convinzione che gli interessi di Roma e La Valletta siano simili. Lo ha affermato il premier maltese, Joseph Muscat, in un’intervista a One Radio. Malta, ha proseguito, ha sempre agito in accordo con le regole internazionali sull’immigrazione e lo dimostrano fatti documentati. Per La Valletta, la priorità resta quella di salvare le vite dei migranti, ha aggiunto Muscat, sottolineando che è importante che regole e convenzioni internazionali sul salvataggio vengano seguite da tutti. Malta a Roma: non abbiamo competenza su caso Aquarius Il recupero della nave Aquarius “è avvenuto nell’area di ricerca e salvataggio libico ed è stato coordinato dal centro di Roma. Malta non è l’autorità di coordinamento e non ha competenze su questo caso”. Lo ha affermato un portavoce del governo maltese, citato da Malta Today, dopo che il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha chiesto a La Valletta che la nave Aquarius con 629 migranti a bordo sbarchi a Malta, il porto più vicino. Dalla Libia oltre 1000 profughi in due giorni Due giorni di sbarchi e soccorsi nel Mediterraneo per far fronte alla partenza di oltre 1000 libici verso le coste europee. Nei porti di Reggio Calabria e di Pozzallo ieri sono state tre le navi approdate con a bordo circa 500 profughi. Nella notte altre 600 persone sono state soccorse e trasbordate sulla nave Aquarius, unica ong al momento presente nel Mediterraneo che, al momento, ha raccolto 629 rifugiati, tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte. “Una notte estremamente intensa nel Mediterraneo centrale, con sei sei diverse operazioni di salvataggio” ha scritto stamane in un tweet Medici senza frontiere. Che ha aggiunto: “Il soccorso di due gommoni è diventato critico quando uno dei due si è distrutto nel buio, lasciando oltre 40 persone in acqua. Da queste due imbarcazioni abbiamo soccorso 229 persone”. Coinvolte nei soccorsi della notte anche tre navi mercantili (Vos Thalassa, Everest e Jolly Vanadio) oltre la Aquarius e tre motovedette classe 300 della Guardia Costiera italiana di base a Lampedusa. Salvini: “Non starò a guardare” Se qualcuno pensa che si ripeterà un’estate con sbarchi, sbarchi e sbarchi senza muovere un dito, non è quello che farò come ministro. Non starò a guardare” aveva detto ieri il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante una diretta Facebook. Meloni: Malta scarica problema migranti su Italia, chiudiamo i porti “Malta si rifiuta di accogliere le navi delle Ong cariche di clandestini e scarica il problema sull’Italia. C’è una sola soluzione per bloccare l’invasione: chiudere i porti italiani alle navi delle Ong e denunciare gli equipaggi per tratta di esseri umani e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Fico, la Boldrini e Saviano non sono d’accordo? Il Governo Conte dimostri con i fatti che l’aria è cambiata”. Lo ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. La polemica con Malta Ieri mattina era giunta a Reggio la Sea Watch 3, la prima a sbarcare con il nuovo governo e con a bordo 232 migranti. Il giorno prima Salvini aveva tuonato contro Malta, responsabile di aver negati gli aiuti all’Italia. Versione confermata ieri dalle stesse ong. E su questo una conferma è arrivata dal comandante della nave SeeFuchs che ha raccontato agli uffici di Frontex a Pozzallo le modalita’ del soccorso. “Sea-Watch è rimasto nelle immediate vicinanze di Seefuchs per più di 24 ore per offrire assistenza all’NGO Sea Eye, nel tentativo di effettuare un trasbordo reso impossibile dal peggioramento delle condizioni meteorologiche”. In tutto questo Malta avrebbe negato qualsiasi tipo di sostegno. Carlotta Sami di UNHCR: salvarli resti priorità “Oltre 750 morti nel Mediterraneo nel 2018: il salvataggio di vite in mare deve restare una priorità assoluta di ogni governo”: lo chiede Carlotta Sami, la portavoce dell’Unchr per i rifugiati per il sud Europa dopo aver appreso della lettera del ministro Matteo Salvini alle autorità di Malta. Il titolare del Viminale ha chiesto alla Valletta di far approdare nave Aquarius con oltre 600 migranti a bordo. Pittella (Pd): grave lettera a Malta, Salvini vuole Europa chiusa “Il rifiuto di accogliere persone che fuggono da guerre, violenza, povertà e miseria è un atto vergognoso contro la dignità umana. La soluzione non sta nella chiusura dei porti italiani, ma pretendere da tutti gli stati europei la condivisione dell’accoglienza”. Lo ha dichiarato in una nota il senatore del Pd Gianni Pittella. “Non si risolve il problema non vedendolo. Con la grave lettera alle autorità maltesi, Salvini – ha sostenuto l’esponente dem – contribuisce a trasformare l’Europa in una fortezza chiusa, cieca e menefreghista rispetto all’obbligo legale e morale alla solidarietà”. Santelli (FI): bene chiusura dei porti “Bene la chiusura dei porti. È necessario far capire che in Italia sul tema immigrazione la musica è cambiata. Malta faccia il suo dovere come primo porto. Non è possibile continuare a porgere l’altra guancia all’Europa dinanzi alle evidenti prepotenze perpetrate ai danni dell’Italia. Questo era il programma del centrodestra e su questa linea il ministro Salvini troverà il nostro sostegno”. Lo afferma, in una nota, Jole Santelli, deputata di Forza Italia.

Sorgente: Migranti, Salvini scrive alla Valletta: “Nave Aquarius approdi a Malta, non in Italia” – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing