Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Mattarella: “Io arbitro, ma i giocatori devono essere corretti”

Roma, 8 mag. (askanews) – “Bisogna sempre ricordare che un arbitro può condurre bene un incontro se ha un buon aiuto, la correttezza, l’impegno leale” dei giocatori. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricevendo al Quirinale le squadre del Milan e della Juventus finaliste della Coppa Italia, ha usato la metafora calcistica per descrivere la situazione politica del paese e la lunga crisi per la formazione del governo. Si è rivolto così indirettamente alle forze politiche ricordando che “quando sono stato eletto presidente nel mio discorso mi sono paragonato a un arbitro assicurando la mia imparzialità, questo ha dato luogo a un grande applauso. Poi ho detto che i giocatori lo devono aiutare con la loro correttezza, anche qui c’è stato un applauso”.“Anche gli arbitri possono possono commettere errori però vanno aiutati dai protagonisti – ha ribadito il capo dello Stato -. Quando un arbitro non si nota vuol dire che i protagonisti stanno svolgendo alla perfezione il loro compito, un buon arbitro spera di non essere mai notato”.

Sorgente: Mattarella: “Io arbitro, ma i giocatori devono essere corretti”

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.