Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

La Russia forma con l’Iran un asse di resistenza economica e militare

Il portavoce del ministero degli Esteri russo ha annunciato nuove partnership economiche con l’Iran per far fronte alle sanzioni statunitensi.

Il capo del dipartimento per il controllo e la non proliferazione delle armi del ministero degli Esteri russo, Vladimir Yermakov, ha annunciato che l’Iran e la Russia si uniranno contro Washington se il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si ritirerà dal Joint Action Plan (PGAC), ha riportato Fars News.
“Poiché non ci sono restrizioni sulla nostra cooperazione economica con l’Iran, la formazione di un fronte economico comune da parte di entrambi i paesi è più facile”, ha detto Yermakov in risposta alle minacce di Trump.

“Continuiamo a sviluppare le nostre relazioni bilaterali in tutti i settori, quali energia, trasporti, tecnologia e prodotti farmaceutici”, ha affermato.

“Se gli Stati Uniti violano l’accordo internazionale convalidato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, dovranno sopportarne le conseguenze”, ha affermato l’alta autorità del ministero degli Esteri russo, citato dal Jerusalem Post .

E Vladimir Yermakov ha aggiunto: “Le autorità iraniane e russe hanno condotto discussioni per la creazione di una forza militare congiunta chiamata asse della Resistenza, al fine di contrastare le sanzioni statunitensi. ”

E questo mentre un alto diplomatico russo diceva che l’Iran non aveva mai avuto intenzione di acquisire una bomba nucleare e credeva che i giorni del piano globale di azione comune (accordo sul nucleare) fossero contati .

Vladimir Chizhov, rappresentante russo presso l’Unione europea, ha previsto, in un’intervista esclusiva con la radio Die Deutsche Welle, che il piano globale di azione comune avrà  solo pochi giorni sopravvivenza.

Vladimir Yermakov

Vladimir Chizhov, rappresentante russo per l’Unione europea.
In risposta a una domanda sui pericoli di un ritiro degli Stati Uniti dall’accordo nucleare, ha detto:

Questo ritiro è pericoloso, e temo che avrà sviluppi oltre la questione dell’accordo iraniano.

Questo piano d’azione comune globale è stato il risultato degli sforzi da parte dei sei paesi e l’Unione europea, in qualità di coordinatori, per raggiungere un accordo sulla sospensione delle attività del programma nucleare iraniano da un lato, e la revoca delle sanzioni imposto all’Iran dall’altra.

È stato un grande successo diplomatico per tutti, compresi gli Stati Uniti, che hanno partecipato attivamente ai colloqui, e ora temo che ci resteranno solo pochi giorni per vederlo in atto. Pertanto, se gli Stati Uniti lo annulleranno, possiamo dire con certezza che questo paese avrà violato l’accordo adottato all’unanimità dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. ”

Francia, Germania e Regno Unito, i tre paesi europei firmatari dell’accordo nucleare, stanno lottando da tempo per convincere Trump a rimanere nel piano globale di azione comune con l’Iran.

Sorgente: La Russia forma con l’Iran un asse di resistenza economica e militare – controinformazione.info

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *