Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Governo al tavolo Ilva con una proposta: 10 mila lavoratori con ArcelorMittal, 1.500 “affidati” a Invitalia

La proposta per superare giovedì lo stallo con i sindacati. I 2.300 dipendenti rimanenti resterebbero in capo all’amministrazione straordinaria

Bianca Di Giovanni

Diecimila lavoratori presi in carico da ArcelorMittal, più almeno 1.500 “affidati” a Invitalia. Il Governo porterà giovedì al tavolo Ilva una proposta per convincere i sindacati.

Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e la vice ministra Teresa Bellanova hanno convocato il tavolo tra l’acquirente ArcelorMittal e i sindacati per domani alle 10, e quello istituzionale con Comuni e province in tarda mattinata. Esiste una proposta attorno a cui ragionare per superare il nodo occupazione, che prevede anche un intervento di Invitalia. Ma sulla partita Ilva pesa molto l’incognita politica. Alcuni sindacati potrebbero preferire la nascita di un nuovo governo, specie se fosse frutto di un accordo politico e quindi nella pienezza delle sue funzioni. I 5 Stelle non hanno mai nascosto di voler intervenire in modo diverso sul tema. Le dichiarazioni di oggi del ministro “in pectore” Lorenzo Fioramonti lasciano aperte tutte le opzioni, persino la chiusura, ed elencano una serie di dubbi e perplessità. Come se il dossier fosse ancora tutto da aprire.

La valutazione del sindacato, quindi, non potrà prescindere da precise garanzie. Il nodo dell’occupazione rimasto ancora insoluto – dopo il superamento di quello sul salario e l’accantonamento sulla parte variabile della retribuzione da affrontare entro dicembre – potrebbe essere superato attraverso l’intervento di una società ad hoc che gestisca le attività date da ArcelorMittal in outsourcing (mentre Ilva le gestiva internamente), per fare un esempio le mense. Questa società potrebbe essere guidata da Invitalia e anche partecipata con una piccola quota dalla stessa ArcelorMittal. Alla nuova società potrebbero essere trasferiti circa 1.500 lavoratori, che si aggiungerebbero ai 10 mila (questo nelle intenzioni del governo e negli impegni assunti da Arcelor Mittal) che resterebbero nel core business dell’acciaio.

I circa 2.300 rimanenti resterebbero in capo all’amministrazione straordinaria, a cui saranno garantiti anche finanziamenti per esodi volontari e ammortizzatori per 5 anni.

Sorgente: Governo al tavolo Ilva con una proposta: 10 mila lavoratori con ArcelorMittal, 1.500 “affidati” a Invitalia

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense