Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Direzione Pd, no a governi con Di Maio o Salvini. Passa la linea Renzi, Martina confermato a tempo – Corriere.it

La giornata in direzione pd: live

Scontro drammatico al Nazareno, ma il sì unanime alla relazione del reggente evita una nuova scissione. Martina rimane segretario pro tempore: tra due settimane ci sarà l’assemblea. L’ira della minoranza, Franceschini e Orlando: «Noi non ascoltati»

di Claudio Bozza

No definitivo al sostegno del Pd ad un governo guidato da M5, Lega o centrodestra in generale, rispettivamente con Di Maio o Salvini. Nessuna sfiducia a Maurizio Martina, confermato segretario reggente, anche se a tempo: l’assemblea del partito, per l’avvio della procedura per scegliere il nuovo leader, potrebbe infatti essere convocata tra due settimane. E’ questa la linea politica emersa al termine della Direzione del Pd al Nazareno, dove con un drammatico lavoro di mediazione è stata (per il momento?) evitata una nuova scissione interna e con un sì unanime è stata approvata la relazione del segretario reggente Martina. Emerge così la vittoria della linea dell’ex segretario Matteo Renzi, che dopo aver duramente sbarrato la strada ad un accordo con il M5S con l’intervista in tv da Fabio Fazio, nonostante il disastroso esito delle elezioni del 4 marzo ha ribadito il proprio peso all’interno della Direzione, dove, potendo contare sull’appoggio della stragrande parte dei delegati, ha sconfitto la linea dei due ministri Andrea Orlando e Dario Franceschini, che chiedono da tempo di dialogare con il Movimento per un esecutivo di salvaguardia dell’Italia.

Pace a tempo

I conti, come spesso avviene, non sono stati regolati in pubblico, nello stanzone al terzo piano del Nazareno, bensì in colloqui riservati in stanze lontane da occhi indiscreti, dove i fedelissimi renziani Lorenzo Guerini e Luca Lotti hanno mediato una pax con il segretario reggente, evitando che si andasse ad una conta vera e propria, il cui risultato avrebbe rischiato di costringere Martina alle dimissioni.

La citazione di Pavese

Drammatici gli interventi in Direzione di Gianni Cuperlo, Piero Fassino, e gli stessi Franceschini Orlando contro il “fanatismo dei renziani” e contro la “totale mancanza delle opinioni discordanti”. Mentre il governatore campano Vincenzo De Luca, sostenendo le ragioni anti M5S, ha citato Cesare Pavese («Verrà la morte e avrà i tuoi occhi»), riferendosi (scherzando) alla delegazione del Pd che va al Quirinale per dire sì a un esecutivo con Di Maio. A questo punto, riflettono i vertici del Nazareno, l’unica strada percorribile è quella di un governo del presidente, che conduca a nuove elezioni.

Sorgente: Direzione Pd, no a governi con Di Maio o Salvini. Passa la linea Renzi, Martina confermato a tempo La giornata in direzione pd: live – Corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.