Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Morte dei due operai in porto, ecco chi sono gli indagati per la tragedia / FOTO / VIDEO – Cronaca

Proseguono le indagini, mentre si attendono novità dalle autopsie sui corpi dei due lavoratori 

Proseguono le indagini da parte di Polmare, Vigili del fuoco, Polizia e Capitaneria di porto per ricostruire quanto accaduto una settimana fa, intorno all’ora di pranzo, all’interno del deposito Costieri Neri. Cos’è che ha causato la devastante esplosione del serbatoio numero 62 che ha causato la morte di Nunzio Viola, 52 anni e Lorenzo Mazzoni, 25?

Saranno gli ingegneri a dare le risposte che servono alla procura che, nel frattempo, ha scelto il consulente tecnico che sarà incaricato di ricostruire la dinamica dell’incidente. DA VIA Falcone e Borsellino comunque sabato sera sono partiti dieci avvisi di garanzia indirizzati ai vertici delle società Labromare, l’azienda di bonifiche ambientali della quale i due operai erano dipendenti, e quelli della Depositi Costieri Neri, società proprietaria dell’area dove è avvenuta la deflagrazione.

La procura di Livorno ha infatti iscritto nel registro degli indagati Corrado Neri, presidente del consiglio di amministrazione della Labromare, i consiglieri della stessa società di bonifiche ambientali Alberto Cattaruzza, Giacomo Gavarone e Corrado Neri (cugino e omonimo del presidente) e i procuratori speciali Massimo Nicosia e Riccardo Figaro.

Per quello che riguarda la Neri Depositi Costieri sono stati indagati il presidente del consiglio di amministrazione Piero Neri, i consiglieri Tito Neri e Piero Orsini e il procuratore speciale Francesco Volpi. Il reato ipotizzato dagli inquirenti, coordinati dai pubblici ministeri Sabrina Carmazzi e Fiorenza Marrara, è quello di omicidio colposo plurimo.

Sorgente: Morte dei due operai in porto, ecco chi sono gli indagati per la tragedia / FOTO / VIDEO – Cronaca

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense