Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 14.04.2018 e i primi articoli online

Niente di fatto, Mattarella registra «lo stallo» e rilancia la palla ai partiti: il paese «ha bisogno di un governo». Ma nel centrodestra è rissa continua tra Berlusconi e Salvini. I 5Stelle con le spalle al muro. Di Battista paragona il leader leghista a Dudù. Renzi ottiene il rinvio dell’assemblea nazionale

Renzi detta i tempi a Martina

Andrea Fabozzi

L’ex segretario ottiene lo slittamento dell’assemblea nazionale già convocata per il 21. Ha in mente un percorso per riprendere il controllo del partito e andare al congresso all’inizio del 2019 ma i suoi presentano la mossa come un’attenzione al lavoro di Mattarella. Il Pd potrebbe rientrare in gioco, solo però nel caso della soluzione più improbabile: un governo con tutti dentro

Le priorità di Di Maio: lavoro, tasse e migranti. I punti di contatto con Lega e Pd

Giuliano Santoro

Il «contratto di governo» affidato al «comitato scientifico». Sul lavoro, sia Salvini che l’M5S dicono di voler abrogare il Jobs Act. Il Carroccio, fedele all’impostazione territoriale, punta sullo sviluppo della contrattazione aziendale. Ma è sulla questione migratoria che, al di là dei toni più o meno accesi, i tre partiti si somigliano

Il caso Dada: o la borsa o il lavoro

Riccardo Chiari

La storica azienda di servizi internet vuol tagliare di un terzo il personale della sede di Firenze che conta un centinaio di addetti, nonostante i conti in ordine e utili milionari. La Filcams Cgil: “Solo un’operazione speculativa, per aumentare il valore delle azioni sulla pelle dei lavoratori”.

Italia

«L’Ilva ha violato i diritti umani, governi negligenti»

Gianmario Leone

«Violati i diritti inalienabili quali il diritto alla vita, alla salute e a vivere in un ambiente sano, riconosciuti dalla Costituzione ma anche dal diritto internazionale e dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo», la denuncia chiama in causa anche l’Europa

Francia, prove di ’68 all’università

Anna Maria Merlo

Evacuata la Sorbonne, 4 università occupate, 11 in agitazione. La protesta non è solo più contro il sospetto di selezione nel nuovo sistema di iscrizione Parcoursup, ma si allarga: contro l’attacco al welfare, a favore dello sciopero dei ferrovieri. A rischio gli esami di fine anno. Macron: «Non ci saranno voti di cioccolato» (cioè nessun voto politico)

MARCIA DEL RITORNO

Gaza, sangue sul Venerdì delle bandiere

Michele Giorgio

Almeno un palestinese è stato ucciso e quasi mille feriti, molti dei quali da proiettili, nel terzo venerdì di proteste contro il blocco israeliano della Striscia. Netanyahu e Lieberman si complimentano con esercito e tiratori scelti.

Armi, tuk-tuk e viaggi in Egitto, l’Italia cancella Regeni

Chiara Cruciati

A sette mesi dal rientro dell’ambasciatore al Cairo nessuna verità, né nuove informazioni. Intanto nel paese la repressione procede come spedita: prima e dopo le elezioni egiziane scomparsi alcuni giornalisti, poi riapparsi in carcere

Internazionale

Il rischio di voltare le spalle a Teheran

Farian Sabahi

Passano sotto silenzio i bombardamenti israeliani sulle postazioni iraniane in Siria: la leadership dello stato ebraico vorrebbe suscitare una qualche reazione dei pasdaran, che offrirebbe il pretesto per colpire le città della Repubblica islamica

Commenti

Il rifiuto del neoliberismo e i golpe costituzionali in America Latina

Fulvio Lorefice

Il processo d’integrazione regionale ha contribuito a modificare l’indirizzo politico della regione. I paesi latino-americani a guida progressista sono stati in grado così di unire le loro forze nel 2008 per scongiurare un tentativo di golpe in Bolivia e di prevenire una guerra tra Ecuador e Colombia. Mentre nelle relazioni internazionali, all’intensificazione dei rapporti commerciali con la Cina, è corrisposta una sempre più accentuata autonomia politica da Washington: testimonianza ne sono l’opposizione alla guerra in Iraq e a quella al «terrore», e successivamente l’astensione brasiliana all’Onu sulle operazioni in Libia

Manfred Spitzer: «il rischio è la demenza digitale»

Michele Coralli

Un’intervista con il direttore della Clinica psichiatrica e del Centro per le Neuroscienze e l’Apprendimento dell’Università di Ulm, già professore ad Harvard e autore di numerosi saggi che focalizzano diversi problemi legati all’utilizzo massiccio di digital media

Buzzati e i perché dei bambini

Arianna Di Genova

Un libro edito da ElectaJunior riunisce tutte le risposte che il giornalista e scrittore forniva ai lettori del «Corriere dei piccoli»

Visioni

L’esorcismo operistico di Delbono

Gianfranco Capitta

L’attore regista si misura con la lirica e mette in scena all’Opera di Roma due capolavori veristi: «Cavalleria rusticana» di Mascagni tratta dal racconto di Verga e «Pagliacci» di Leoncavallo

Giochi di specchi per Virgilio Sieni

Francesca Pedroni

«Pulcinella Quartet» è il sorprendente titolo andato in scena alla Triennale di Milano per il festival Fog con la compagnia del coreografo fiorentino

Riforme, il Pd torna nel luogo del delitto

Mauro Volpi

Due proposte di legge per adottare il presidenzialismo francese dimostrano che non sono state comprese le ragioni della crisi della democrazia e nemmeno il messaggio del referendum

Rubriche

L’amore e il lutto negato

Sarantis Thanopulos

L’odio tiene vivo l’amore nella sua potenzialità tutte le volte che le circostanze non sono favorevoli ad esso e protegge le relazioni dal pericolo dell’indifferenza

Alias

Inside Airbnb, dentro il capitalismo digitale

Sarah Gainsforth

Intervista a Murray Cox, fondatore del sito “Inside Airbnb” che misura l’impatto degli affitti brevi sulla città di tutto il mondo, anche di quelle italiane. Come la «sharing economy» rischia di trasformare i centri storici e molti altri quartieri nei parchi giochi del XXI secolo. «L’approccio data-driven ha generato una vera ondata di informazioni. I dati oggi contraddicono la sua favola comunitaria». «Iniziative alternative basate su un modello cooperativo sono possibili a una condizione: bisogna prima regolamentare Airbnb»

Airbnb, il lato oscuro dell’economia della condivisione

Roberto Ciccarelli

Con Alias un’inchiesta sull’industria più redditizia del paese: centri storici trasformati in recinti per turisti, quartieri spopolati ridotti a parco giochi, borghi che diventano alberghi diffusi. La rivoluzione del mercato immobiliare con un click: come il capitalismo digitale di Airbnb contribuisce alla gentrificazione dello spazio urbano. In Italia resta ancora poco indagata la contraddizione tra gli accumulatori seriali di affitti, l’«auto-imprenditorialità» di chi cerca una soluzione alla mancanza di reddito e la moltiplicazione della precarietà urbana

Roma città Disneyland

Sarah Gainsforth

Inchiesta sul sistema Airbnb nella Capitale: dai «Super-Host», alle imprese specializzate e alle agenzie fino ai privati. Nell’economia digitale i prezzi sono così bassi da spingere chi affitta a tenere vuoti gli appartamenti

La Vida a Venezia, resistere nella città turistificata

Giacomo Salerno

A Venezia dove la resistenza al turismo di massa genera manifestazioni e azioni di protesta. La storia dell’Antico Teatro di Anatomia, noto in città come La Vida. Oggi e domani il convegno “L’altro uso. Usi civici e patrimonio pubblico. Dalla vendita alla gestione collettiva comunitaria”

A Firenze dove le case vacanza sottraggono alloggi agli abitanti

Ilaria Agostini

Una città afflitta da sotto-occupazione e precariato estrae valore da un patrimonio culturale unico, ma è incapace di riprodurlo.Strade, ponti e musei cambiati in fondali per «eventi». Piazza del Duomo e piazza della Signoria trasformati in recinti per turisti

Bad Mood

Aaron Schiavi

intervista a Krõõt Juurak

Quelle cattive ragazze

Virginia Tonfoni

Nei libri della coreana Ancco e dell’inglese Una, la condisione del trauma

Sulle strade di Nazareth

Maria Grosso

A Firenze personale della regista palestinese Annemarie Jacir, generazioni a confronto

I designer del ballo

Emanuele Piccardo

Al museo Vitra, una ricognizione sulle discoteche e le loro architetture, dagli anni dei radical pipers a oggi

Niente di fatto, Mattarella registra «lo stallo» e rilancia la palla ai partiti: il paese «ha bisogno di un governo». Ma nel centrodestra è rissa continua tra Berlusconi e Salvini. I 5Stelle con le spalle al muro. Di Battista paragona il leader leghista a Dudù. Renzi ottiene il rinvio dell’assemblea nazionale

Renzi detta i tempi a Martina

Andrea Fabozzi

L’ex segretario ottiene lo slittamento dell’assemblea nazionale già convocata per il 21. Ha in mente un percorso per riprendere il controllo del partito e andare al congresso all’inizio del 2019 ma i suoi presentano la mossa come un’attenzione al lavoro di Mattarella. Il Pd potrebbe rientrare in gioco, solo però nel caso della soluzione più improbabile: un governo con tutti dentro

Le priorità di Di Maio: lavoro, tasse e migranti. I punti di contatto con Lega e Pd

Giuliano Santoro

Il «contratto di governo» affidato al «comitato scientifico». Sul lavoro, sia Salvini che l’M5S dicono di voler abrogare il Jobs Act. Il Carroccio, fedele all’impostazione territoriale, punta sullo sviluppo della contrattazione aziendale. Ma è sulla questione migratoria che, al di là dei toni più o meno accesi, i tre partiti si somigliano

Il caso Dada: o la borsa o il lavoro

Riccardo Chiari

La storica azienda di servizi internet vuol tagliare di un terzo il personale della sede di Firenze che conta un centinaio di addetti, nonostante i conti in ordine e utili milionari. La Filcams Cgil: “Solo un’operazione speculativa, per aumentare il valore delle azioni sulla pelle dei lavoratori”.

Italia

«L’Ilva ha violato i diritti umani, governi negligenti»

Gianmario Leone

«Violati i diritti inalienabili quali il diritto alla vita, alla salute e a vivere in un ambiente sano, riconosciuti dalla Costituzione ma anche dal diritto internazionale e dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo», la denuncia chiama in causa anche l’Europa

Francia, prove di ’68 all’università

Anna Maria Merlo

Evacuata la Sorbonne, 4 università occupate, 11 in agitazione. La protesta non è solo più contro il sospetto di selezione nel nuovo sistema di iscrizione Parcoursup, ma si allarga: contro l’attacco al welfare, a favore dello sciopero dei ferrovieri. A rischio gli esami di fine anno. Macron: «Non ci saranno voti di cioccolato» (cioè nessun voto politico)

MARCIA DEL RITORNO

Gaza, sangue sul Venerdì delle bandiere

Michele Giorgio

Almeno un palestinese è stato ucciso e quasi mille feriti, molti dei quali da proiettili, nel terzo venerdì di proteste contro il blocco israeliano della Striscia. Netanyahu e Lieberman si complimentano con esercito e tiratori scelti.

Armi, tuk-tuk e viaggi in Egitto, l’Italia cancella Regeni

Chiara Cruciati

A sette mesi dal rientro dell’ambasciatore al Cairo nessuna verità, né nuove informazioni. Intanto nel paese la repressione procede come spedita: prima e dopo le elezioni egiziane scomparsi alcuni giornalisti, poi riapparsi in carcere

Internazionale

Il rischio di voltare le spalle a Teheran

Farian Sabahi

Passano sotto silenzio i bombardamenti israeliani sulle postazioni iraniane in Siria: la leadership dello stato ebraico vorrebbe suscitare una qualche reazione dei pasdaran, che offrirebbe il pretesto per colpire le città della Repubblica islamica

Commenti

Il rifiuto del neoliberismo e i golpe costituzionali in America Latina

Fulvio Lorefice

Il processo d’integrazione regionale ha contribuito a modificare l’indirizzo politico della regione. I paesi latino-americani a guida progressista sono stati in grado così di unire le loro forze nel 2008 per scongiurare un tentativo di golpe in Bolivia e di prevenire una guerra tra Ecuador e Colombia. Mentre nelle relazioni internazionali, all’intensificazione dei rapporti commerciali con la Cina, è corrisposta una sempre più accentuata autonomia politica da Washington: testimonianza ne sono l’opposizione alla guerra in Iraq e a quella al «terrore», e successivamente l’astensione brasiliana all’Onu sulle operazioni in Libia

Manfred Spitzer: «il rischio è la demenza digitale»

Michele Coralli

Un’intervista con il direttore della Clinica psichiatrica e del Centro per le Neuroscienze e l’Apprendimento dell’Università di Ulm, già professore ad Harvard e autore di numerosi saggi che focalizzano diversi problemi legati all’utilizzo massiccio di digital media

Buzzati e i perché dei bambini

Arianna Di Genova

Un libro edito da ElectaJunior riunisce tutte le risposte che il giornalista e scrittore forniva ai lettori del «Corriere dei piccoli»

Visioni

L’esorcismo operistico di Delbono

Gianfranco Capitta

L’attore regista si misura con la lirica e mette in scena all’Opera di Roma due capolavori veristi: «Cavalleria rusticana» di Mascagni tratta dal racconto di Verga e «Pagliacci» di Leoncavallo

Giochi di specchi per Virgilio Sieni

Francesca Pedroni

«Pulcinella Quartet» è il sorprendente titolo andato in scena alla Triennale di Milano per il festival Fog con la compagnia del coreografo fiorentino

Riforme, il Pd torna nel luogo del delitto

Mauro Volpi

Due proposte di legge per adottare il presidenzialismo francese dimostrano che non sono state comprese le ragioni della crisi della democrazia e nemmeno il messaggio del referendum

Rubriche

L’amore e il lutto negato

Sarantis Thanopulos

L’odio tiene vivo l’amore nella sua potenzialità tutte le volte che le circostanze non sono favorevoli ad esso e protegge le relazioni dal pericolo dell’indifferenza

Alias

Inside Airbnb, dentro il capitalismo digitale

Sarah Gainsforth

Intervista a Murray Cox, fondatore del sito “Inside Airbnb” che misura l’impatto degli affitti brevi sulla città di tutto il mondo, anche di quelle italiane. Come la «sharing economy» rischia di trasformare i centri storici e molti altri quartieri nei parchi giochi del XXI secolo. «L’approccio data-driven ha generato una vera ondata di informazioni. I dati oggi contraddicono la sua favola comunitaria». «Iniziative alternative basate su un modello cooperativo sono possibili a una condizione: bisogna prima regolamentare Airbnb»

Airbnb, il lato oscuro dell’economia della condivisione

Roberto Ciccarelli

Con Alias un’inchiesta sull’industria più redditizia del paese: centri storici trasformati in recinti per turisti, quartieri spopolati ridotti a parco giochi, borghi che diventano alberghi diffusi. La rivoluzione del mercato immobiliare con un click: come il capitalismo digitale di Airbnb contribuisce alla gentrificazione dello spazio urbano. In Italia resta ancora poco indagata la contraddizione tra gli accumulatori seriali di affitti, l’«auto-imprenditorialità» di chi cerca una soluzione alla mancanza di reddito e la moltiplicazione della precarietà urbana

Roma città Disneyland

Sarah Gainsforth

Inchiesta sul sistema Airbnb nella Capitale: dai «Super-Host», alle imprese specializzate e alle agenzie fino ai privati. Nell’economia digitale i prezzi sono così bassi da spingere chi affitta a tenere vuoti gli appartamenti

La Vida a Venezia, resistere nella città turistificata

Giacomo Salerno

A Venezia dove la resistenza al turismo di massa genera manifestazioni e azioni di protesta. La storia dell’Antico Teatro di Anatomia, noto in città come La Vida. Oggi e domani il convegno “L’altro uso. Usi civici e patrimonio pubblico. Dalla vendita alla gestione collettiva comunitaria”

A Firenze dove le case vacanza sottraggono alloggi agli abitanti

Ilaria Agostini

Una città afflitta da sotto-occupazione e precariato estrae valore da un patrimonio culturale unico, ma è incapace di riprodurlo.Strade, ponti e musei cambiati in fondali per «eventi». Piazza del Duomo e piazza della Signoria trasformati in recinti per turisti

Bad Mood

Aaron Schiavi

intervista a Krõõt Juurak

Quelle cattive ragazze

Virginia Tonfoni

Nei libri della coreana Ancco e dell’inglese Una, la condisione del trauma

Sulle strade di Nazareth

Maria Grosso

A Firenze personale della regista palestinese Annemarie Jacir, generazioni a confronto

I designer del ballo

Emanuele Piccardo

Al museo Vitra, una ricognizione sulle discoteche e le loro architetture, dagli anni dei radical pipers a oggi

Sorgente: il manifesto del 14.04.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.