Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Continua il sequestro di Lula

a cura di Teresa Isenburg

Sono passati ormai venti giorni dell’arresto il 7 aprile 2018 dell’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva. Sempre più si consolida il quadro di un sequestro di un prigioniero politico sottoposto ad un regime di isolamento illegittimo in luogo anomalo, la cella di un commissariato della polizia federale. L’accampamento nei pressi del commissariato gestito dal MST/Movimento dei lavoratori senza terra promuove iniziative politiche ed artistiche e mattina e sera invia il suo forte saluto al presidente. Sconcertante è il ripetuto divieto a qualsiasi tipo di visita decretato dalla giudice di prima istanza Carolina Lebbos : deputati, senatori, medici, religiosi, presidenti costituzionali, Premi Nobel: a nessuno è consentito l’accesso, in un agire che non solo disprezza le “disposizioni Mandela” sottoscritte dal Brasile ma configura reato di tortura. La situazione presenta caratteri sorprendenti: il “sopralluogo” compiuto dal MTST/Movimento dei lavoratori senza tetto al famoso Triplex di Guarujá ha dimostrato che le ristrutturazioni presentate da Sérgio Moro come prova di corruzione di Lula non esistono (la foto dell’ascensore di un  milione di reais è un montaggio), mentre le fatture presentate da un ingegnere e una impresa per i lavori non sono mai state emesse e sono fittizzie. Intanto parte del STF/Supremo tribunale federale ha espresso il voto che alcuni  dei processi portati avanti a Curitiba contro Lula vanno spostati a San Paolo perché non è stato applicato il principio elementare del rispetto del giudice naturale. Ma il citatdino Luiz Inácio Lula da Silva rimane sequestrato senza che l’iter giudiziario (falso) abbia compiuto il suo iter. Il progetto di fare tacere Lula chiudendolo in un luogo da dimenticare incontra difficoltà. Si traducono alcune infromazioni e diversi messaggi dell’ex presidente e delle nazioni indigene. T.I.

 

Continua il sequestro di Lula e il suo isolamento

1.La Commissione esterna della Camera dei deputati è stata impedita di ispezionare, oggi martedì 24 aprile, le condizioni di detenzione dell’ex presidente Lula nella sede della polizia federale in Curitiba. Secondo i deputati Paulo Pimenta (PT/Partito dei lavoratori, Rio Grande do Sul), coordinatore della commissione, Paulo Teixeita (PT di San Paolo) e Wadih Damous  (PT di Rio de Janeiro), la decisione della giudice Carolina Lebbos viola l’autonomia del potere legislativo non riconoscendo l’attribuzione costituzionale che garantisce il potere di controllo dei parlamentari. In base a ciò i deputati hanno attivato il presidente della camera Rodrigo Maia e faranno causa alla magistrata presso il CNJ/Consiglio nazionale di giustizia. …

3.La seconda sezione del STF/Supremo tribunale federale ha deciso martedì 24 aprile che il processo contro l’ex presidente Lula che concerne la “cascina di Atibaia” dovrà essere inviato alla sede di San Paolo. La decisione prova, una volta di più, ciò che la difesa ha detto al riguardo del tribunale di eccezione creato a Curitiba per condannare Lula: “Non vi è alcun elemento concreto che possa giustificare la competenza della 13° Sezione federale criminale di Curitiba”.

(Fonte: www.pt.org.br; su questo sito viene pubblicato giornalmente un Bollettino del Comitê popular em difesa da democrazia, con traduzione inglese).

 

Codice verde? Divieto di visita medica

La giudice Carolina Lebbos della 12° sezione della giustizia federale del Paraná, che ha proibito tutte le visite all’ex presidente, oggi mercoledì  25 aprile ha vietato la visita del medico dell’ex presidente. ….In una richiesta inviata alla giudice in data 25, la difesa di Lula reitera una richiesta anteriore, formulata il 20 aprile,”affinche il Richiedente sia visitato periodicamente e sempre che necessario dai medici indicati nella precedente richiesta, in base alle ragioni lì esposte, debitamente accompagnate da relazione medica”. La giudice ha risposto che “non essendoci indicazione di urgenza, si è già inviata sollicitazione di informazioni alla Superintendenza della polizia federale, per sussidiare l’analisi giudiziaria”.

(Fonte: Paraná 247)

Sorgente: Continua il sequestro di Lula

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.