Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Cambridge Analytica, così è partito il ‘contagio’ dei profili Facebook in Italia

Cambridge Analytica, così è partito il ‘contagio’ dei profili Facebook in Italia

Sono stati oltre 214.000 gli account contattati dalla società di Alexander Nix nel nostro Paese. Zuckerberg si è scusato di nuovo

05 aprile 2018,07:50

allarga l’affaire Facebook-Cambridge Analytica: il social network ha annunciato che in totale gli utenti coinvolti sono stati 87 milioni, non 50 come si era detto in un primo momento, di cui oltre 214.000 in Italia.

E il ceo di Facebook è tornato a chiedere scusa: “Ho chiaramente commesso un errore, avremmo dovuto fare di più”, ha detto, aggiungendo di essere la persona giusta a guidare il gigante del web nonostante tutto.

“Penso che la vita sia imparare dagli errori e capire come andare avanti. Quando stai costruendo qualcosa come Facebook che non ha precedenti nel mondo, ci sono cose che puoi sbagliare. L’importante è imparare dai nostri errori”.A dare l’aggiornamento degli utenti i cui dati sono stati condivisi impropriamente con Cambridge Analytica, l’azienda che poi li utilizzava per indirizzare i flussi elettorali, è stato il responsabile tecnologico, Mike Schroepfer. In Italia il ‘contagio’ è partito dai 57 utenti italiani che hanno istallato l’app thisisyourdigitallife creata dal matematico Alexander Kogan per Cambridge Analytica. Da questi 57 profili, la società ha avuto accesso ai loro amici di Facebook, per un totale di 214.123 profili.

Sorgente: Cambridge Analytica, così è partito il ‘contagio’ dei profili Facebook in Italia

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.