Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

California, una donna spara nel quartier generale di YouTube poi si toglie la vita. Quattro feriti, uno è grave – Repubblica.it

Esclusa la pista del terrorismo. La donna ha fatto fuoco contro il fidanzato. Informato Trump. Il Ceo di Google: “Grande shock, forniremo sostegno a tutti perché la nostra è una famiglia”

Terrore nel quartier generale di YouTube a San Bruno, in California. Una donna ha fatto irruzione negli uffici della più importante piattaforma di video online, ha sparato alcuni colpi d’arma da fuoco ferendo almeno quattro persone poi si è tolta la vita. Sul luogo un ingente schieramento di forze dell’ordine e ambulanze. Esclusa l’ipotesi terrorismo, fonti di polizia parlano di pista privata: la donna avrebbe cercato di sparare al fidanzato.

California, spari nel quartier generale di YouTube: la polizia entra nell’edificio

Brent Andrew, portavoce del San Francisco General Hospital, dove sono stati ricoverati 3 dei 4 feriti, ha precisato che si tratta di un uomo di 36 anni in “condizioni critiche”, di una donna di 32 anni in “condizioni serie” e di un’altra donna, di 27 anni, “in condizioni discrete”. Sul quarto ferito non si hanno per ora informazioni, neppure su dove sia stato ricoverato. L’allarme è scattato poco prima delle 13 nel quartier generale della piattaforma video di Google. Oltre 200 dipendenti sono stati perquisiti mentre lasciavano la struttura e le forze dell’ordine cercavano l’autore degli spari. Secondo la Cnn, che cita un testimone, la donna sarebbe entrata nella zona dove di solito i dipendenti si fermano a mangiare puntando una persona in particolare, presumibilmente il fidanzato.

California, spari nel quartier generale di YouTube: i dipendenti escono con le mani alzate

Google, che è proprietaria di Youtube, ha fatto sapere di avere da subito avviato le attività di cooperazione necessarie con le forze dell’ordine. “So che molti di voi sono in stato di shock. Nei prossimi giorni, continueremo a fornire sostegno per aiutare tutti nella nostra famiglia Google e riprenderci da questa inimmaginabile tragedia – sono le prime parole dell’amministratore delegato di Mountain View, Sundar Pichai – E’ con grande tristezza che vi dico, in base alle ultime informazioni, che quattro persone sono rimaste ferite in questo orribile atto di violenza”.

Subito sopo gli spari, numerose le testimonianze, attraverso i social network ma anche raccolte dai media. Dianna Arnspiger ha descritto all’Associated Press i momenti di terrore, raccontando che si trovava al secondo piano di un edificio quando ha sentito i colpi, si è avvicinata alla finestra e ha visto una donna sparare nell’atrio sottostante. Ha urlato dando l’allarme fra i presenti che hanno cominciato a correre, rifugiandosi per circa un’ora in una sala conferenze mentre c’era fra loro chi chiamava ripetutamente il numero d’emergenza per avere aggiornamenti.

A monitorare l’ episodio, accaduto circa 24 chilometri a sud di San Francisco, nel cuore dell”America Tech’, da subito anche la Casa Bianca e il presidente Donald Trump immediatamente informato e aggiornato. Dopo le prime indicazioni ufficiali Trump ha twittato un messaggio di solidarietà per tutti coloro coinvolti e il suo ringraziamento per l’intervento tempestivo di forze dell’ordine e soccorsi. Resta tuttavia alta la tensione con il dibattito rovente a Washington sulla violenza causata dalle armi da fuoco.

Donald J. Trump

@realDonaldTrump

Was just briefed on the shooting at YouTube’s HQ in San Bruno, California. Our thoughts and prayers are with everybody involved. Thank you to our phenomenal Law Enforcement Officers and First Responders that are currently on the scene.

“Stavamo facendo una riunione quando abbiamo sentito un gran trambusto” scrive su Twitter Todd Sherman, un impiegato presente in quel momento negli uffici, “il primo pensiero è stato un terremoto, tanto tremavano i pavimenti, poi abbiamo capito che invece c’erano delle persone in fuga”. Nei successivi tweet, Todd Sherman continua: “Ci siamo avvicinati all’uscita e c’era un sacco di gente e abbiamo sentito che c’era qualcuno fuori che stava sparando colpi d’arma da fuoco”.

San Bruno Police@SanBrunoPolice

Police activity at 901 Cherry Ave, please stay out of the area.

L’uomo racconta poi di aver guardato di sotto, e di aver visto “del sangue sul pavimento e sulle scale”, di aver assistito all’arrivo della polizia “con i fucili imbracciati” e di aver indicato agli agenti da dove provenissero gli spari. Altre immagini di utenti Twitter mostrano una fila di impiegati uscire dagli uffici con le mani in alto sotto la protezione delle forze dell’ordine.

Poco più di una settimana fa il più importante sito di contenuti video ha aggiornato la normativa vietando di pubblicare video di qualsiasi genere contenenti armi da fuoco, dai filmati dimostrativi ai tutorial. Vietati anche tutti i link che rimandano a siti che vendono armi.

Sorgente: California, una donna spara nel quartier generale di YouTube poi si toglie la vita. Quattro feriti, uno è grave – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.