Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

La festa della mamma è finita. A Roma, Milano, Bologna migliaia di donne in piazza per la giornata internazionale contro la violenza maschile, per l’uguaglianza sul lavoro. In Spagna lo sciopero della marea femminista fa il boom di adesioni

8 MARZO

Spagna, lo sciopero funziona

Marina Turi

Un 8 marzo epocale. Oltre 5milioni di lavoratrici e lavoratori hanno incrociato le braccia, fanno sapere i due maggiori sindacati che hanno aderito. Piazze piene, in radio e in televisione irrompe l’assenza delle conduttrici, in molte, le più famose, cancellano i propri programmi o li lasciano nelle mani dei colleghi maschi

Galli: «Donne vittime del dirigente o del caporale»

Antonio Sciotto

L’8 marzo dedicato ad Antonietta, vittima di Cisterna di Latina, lavoratrice della Findus. E alle sue figlie Alessia e Martina, uccise dal padre. I ricatti sessuali e le molestie sono in aumento, in fabbrica come nei campi

Una marea di corpi imprevisti

Carlotta Cossutta

Studenti e lavoratrici in piazza, connessioni e intrecci per riappropriarsi dello spazio pubblico

QUIRINALE

Mattarella lancia il primo appello. Berlusconi: presente

Andrea Colombo

Il presidente chiede «senso di responsabilità». Il leader di Fi apre alle larghe intese: «Farò tutto il possibile per consentire all’Italia di darsi un governo». I 5 Stelle apprezzano le parole del capo dello stato. Ma l’ipotesi di un governo sostenuto dal Pd è remota

Politica

La partita aperta delle presidenze

Andrea Fabozzi

La strada del governo passa dagli accordi per l’elezione delle alte cariche di camera e senato. Per questo il centrodestra non può approfittare dei numeri che gli regalano l’autosufficienza a palazzo Madama. Dove il plenum resterà incompleto

Perché LeU ha fallito come tutta la sinistra

Luciana Castellina

La crisi è della democrazia. Il voto porta alla ribalta solo un’agorà popolata da individuali grida di scontento o di plauso improvvisato. In un vuoto che i movimenti non hanno saputo riempire

Lavoro

«In fila ai Caf per il reddito di cittadinanza». I Cinque Stelle accusano: «una bufala»

Roberto Ciccarelli

Giovinazzo, Potenza, Palermo: decine di richieste sulla proposta del momento sarebbero state fatte ai Caf e ai job center, ma la legge non c’è. I singoli episodi sono diventati una speculazione elettorale per attaccare i Cinque Stelle. In Puglia hanno improvvisato un’inchiesta sulla “fake news”. La polemica continua all’interno di una cornice che conferma il pregiudizio anti-meridionale: M5S avrebbe vinto perché il reddito è “assistenzialismo”. Non è così, vediamo il perché

Commenti

Reddito di cittadinanza, un termine trafugato dal M5S

Marco Bascetta

Oggi designa un sussidio in tutto e per tutto simile a quelli previsti nella logica della “lotta alla povertà” che si propongono di piegare, in un modo o nell’altro, comunque eterodiretto, i percettori temporanei del reddito alla disciplina di un lavoro purchessia. In realtà questo reddito non è rivolto all’indigenza degli “esclusi”, ma alla povertà attiva strutturalmente inclusa nel modo di produzione capitalistico contemporaneo

Da Londra al Medio Oriente 43 milioni per lo spionaggio

Chiara Cruciati

Dal 2015 al 2017 la Gran Bretagna ha venduto decine di milioni di sterline in tecnologie di sorveglianza a Paesi coinvolti in conflitti esterni o repressione interna: dall’Arabia saudita all’Egitto, da Israele alla Turchia

Brevi dal mondo: Siria, Cina, Egitto, Colombia, Gaza

Red. Esteri

Il secondo convoglio di aiuti non entra a Ghouta est. Pechino minaccia misure contro i dazi Usa e intanto incassa un’intesa da 3 miliardi con Il Cairo. Le Farc rinunciano alle presidenziali di maggio. I gazawi si preparano a 40 giorni di sit-in

Cultura

Un Far West dal gusto bretone

Guido Caldiron

Parla lo scrittore francese Tanguy Viel, autore del romanzo «Articolo 353 del codice penale», per Neri Pozza. «Ho ambientato il libro all’inizio degli anni ’90 perché in quel periodo ha avuto luogo una trasformazione rapida e drammatica»

A colpi di tablet

Alberto Giovanni Biuso

«Questa casa non è un hashtag! Genitori e figli su Internet senza rete» di Alessandro Curioni, per Mimesis

Exarchia, uno spazio sociale di resistenza

Simone Pieranni

Le pratiche di autorganizzazione, indagate con un lavoro sul campo, nel libro «Austerity and Democracy in Athens» di Monia Cappuccini. Il saggio oggi sarà al centro di un incontro alla Facoltà di Ingegneria civile e industriale, presso La Sapienza

Visioni

Marcos López: «Esagerando, così mi ribello»

Manuela De Leonardis

Un incontro, nello studio di Buenos Aires, con il fotografo argentino che ha studiato cinema e ama i registi brasiliani. Il suo è un teatro dell’assurdo, che gioca con l’idea di provocazione e con le icone della cultura pop

Il furore sparagnino della vecchia signora

Luca Pisapia

Dopo il blitz londinese la Juve si rigetta nel campionato ospitando domenica l’Udinese. Stasera primo anticipo della ventottesima giornata: Roma-Torino

Beatrice Antolini: «Il mio rapporto mistico con la musica»

Luca Pakarov

Incontro con la cantante che ha pubblicato di recente il nuovo album «L’AB». «I fatti di Macerata, la mia città, mi hanno sconvolto. Il male e la crudeltà purtroppo arrivano dove c’è paura, ignoranza stupidità e dove non ci sono più valori umani»

L’arte della radio

Redazione

Dal 9 all’11 marzo una tre giorni di tavole rotonde, laboratori, installazioni mostre fotografiche e concerti a San Marino

L’Ultima

Le lacrime musulmane in Sri Lanka

Emanuele Giordana

Coprifuoco nel distretto di Kandy, dopo giorni di violenze contro la comunità musulmana. La caccia all’uomo è capeggiata dai nazionalisti buddisti e tollerata dalla polizia locale

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense