Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

“Persone bruciate col napalm in Siria”

E’ un orrore senza fine quello a cui si assiste nella Ghouta orientale, zona alle porte di Damasco ormai quasi completamente riconquistata dal regime dove, tuttavia, resistono alcune sacche ribelli. Secondo i Caschi Bianchi, i volontari della Syria Civil Defence, 37 persone – in gran parte “donne e bambini” – sono morte “bruciate” dalle bombe al napalm sganciate dai jet “del regime e degli alleati” su Arbin, località della Ghouta.I volontari, si legge sul loro account Twitter, denunciano un “massacro orribile” sostenendo che gli aerei abbiano colpito con bombe infiammabili un rifugio occupato dai civili per sfuggire ai bombardamenti.Arbin è controllata da ‘Faylaq al-Rahman’, gruppo ribelle legato all’Esercito siriano libero (Esl) che ieri sera ha annunciato un cessate il fuoco. La tregua è stata raggiunta con la mediazione delle Nazioni Unite ed è stata concordata per “negoziare con la parte russa una soluzione che garantisca la sicurezza dei civili” ancora intrappolati nella zona, ha affermato il portavoce di ‘Faylaq al-Rahman’, Wael Alwan.

Sorgente: “Persone bruciate col napalm in Siria”

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.