Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Di Maio: “Sentiamo la responsabilità di dare un governo all’Italia” | Euronews

*Da oggi inizia la Terza Repubblica, la Repubblica dei cittadini”: termina cosi il discorso, di poco meno di sette, di Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento Cinque Stelle.”Sentiamo la responsabilità di dare un governo all’Italia”, ha detto Di Maio all’inizio del discorso. “Ed è per questo che dobbiamo constatare che oggi le coalizioni non hanno i numeri per governare. Ed è per questo che ci prendiamo questa responsabilità. Una grande responsabilità, per dare un governo all’Italia e a tutta la comunità internazionale. A tutti coloro che ci stanno osservando, agli investitori, ma in generale ai cittadini italiani diciamo che questa responsabllità la sentiamo”.”Siamo i vincitori assoluti Il risultato elettorale è un trionfo per noi”, ha continuato Di Maio, “siamo i vincitori assoluti. Circa 11 milioni di elettori hanno creduto in noi. Abbiamo triplicato il numero dei seggi, faccio i complimenti ai nuovi eletti. Abbiamo ottenuto eccellenti risultati in tutte le regioni, anche in Piemonte e in Lazio, dove guidiamo le amministrazioni di Torino e Roma. In Val d’Aosta abbiamo fatto eleggere la prima donna parlamentare della storia (Elisa Tripodi ndr). Siamo un movimento presente in tutta Italia, non come altre forze politiche territoriali. Per questo sentiamo la responsabilità di dare un governo all’Italia”.Elezioni politiche: successo M5S, centrodestra prima coalizione | EuronewsTemi irrisolti, non ideologieSecondo Di Maio, questo “è stato un voto post-ideologico, perchè i cittadini hanno scelto e votato in base ai grandi temi irrisolti della nazione, e non per le ideologie”.Dopo aver già presentato la squadra del suo eventuale futuro governo, Di Maio ha aggiunto: “Ora individueremo figure di assoluta garanzia per la presidenza delle due Camere”.

Sorgente: Di Maio: “Sentiamo la responsabilità di dare un governo all’Italia” | Euronews

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.