Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Inps, cumulo delle pensioni a carico delle Casse – ItaliaOggi.it

Il dg dell’Istituto, di Michele, incontra una delegazione del comitato per il cumulo gratuito e spiega che il versamento dovrebbe essere una tantum.L’Adepp firma le convenzioni : “Ora non ci sono più alibi, l’Inps paghi”

L’Inps ritiene che “il costo delle pratiche delle pensioni pagate in regime di cumulo ai professionisti che hanno versato contributi sia all’Inps sia alle casse professionali, debba essere sostenuto dagli enti coinvolti nella liquidazione in misura proporzionale alle rispettive quote di pensione erogate”. Il direttore generale dell’Inps, Gabriella di Michele, ha così ribadito la posizione dell’istituto durante un incontro, insieme ad alcuni dirigenti Inps, con una delegazione del Comitato per il cumulo gratuito, guidata dal presidente Marco Nicoletti, accompagnata dal senatore Nunzia Catalfo del Movimento 5 stelle. Tale onere, spiega la nota, “andrebbe versato una tantum, al momento dell’effettiva liquidazione della quota di pensione, così  come richiesto dalle Casse, a differenza di quanto auspicato dall’Inps che avrebbe preferito dilazionarne, anche su base mensile, il pagamento”. La liquidazione delle pensioni in regime di cumulo per i professionisti che hanno versato contributi sia all’Inps sia alle casse professionali, disciplinato nelle linee generali dalla convenzione quadro recentemente predisposta da Inps e Adepp, comporta oneri di gestione per le attività necessarie all’attivazione, alla gestione e alla manutenzione delle procedure amministrative. L’Inps ha  stimato un costo per la gestione dei pagamenti di queste pensioni, determinato in base a una valutazione statistica delle attività necessarie alla gestione amministrativa. Si tratta esclusivamente di oneri diretti, che riguardano cioè le spese del personale utilizzato in attività legate alla gestione del pagamento della pensione come, ad esempio, il cambio dell’ufficio pagatore o il cambio dell’iban, la gestione delle trattenute o di eventuali cessioni del quinto. Sono esclusi da questo calcolo tutti gli oneri relativi alla realizzazione di piattaforme informatiche e all’impiego dei sistemi informatici, così come quelli di corrispondenza, che sono interamente a carico dell’Istituto.  Il direttore generale ha ricordato che l’Inps non ha ricevuto alcun finanziamento dal Governo per la copertura di questi costi, perché  la norma finanzia solo i maggiori oneri di spesa previdenziale.  L’incontro si è concluso con l’impegno da parte dell’Inps a invitare formalmente le singole casse a sottoscrivere la convenzione quadro predisposta da Inps e Adepp.  Un impegno coinciso con  la firma, da parte delle Casse dei professionisti, delle e convenzioni sul cumulo poi inviate in simultanea via pec all’Inps, “rimuovendo l’ultimo ostacolo formale al pagamento degli assegni a chi ha già fatto domanda”. L’ l’Adepp, precisa che con quest’atto “le Casse intendono togliere ogni alibi all’istituto pubblico, che da mesi sta ritardando l’adempimento di una legge. Se  l’Inps continuerà a non pagare, d’ora in poi gli interessati potranno azionare eventuali rimedi giudiziari nei suoi confronti dell’Inps”.    Il documento firmato prevede che le Casse si facciano carico delle quote di pensione di propria competenza e degli stessi oneri già previsti per le pensioni in totalizzazione: “Le condizioni cioè sono identiche a quelle previste dalla convenzione già esistente con l’Inps e pacificamente in vigore dal 2007. Quest’anno l’Inps aveva invece avanzato la pretesa di addebitare un importo fino a un massimo di 65,04 euro per ogni pratica di cumulo. Non solo: l’istituto chiedeva di mettere a pagamento anche le pratiche di totalizzazione, che sono state sempre gratuite.  Secondo le Casse queste pretese non hanno fondamento”. “Queste risorse  sono finanziate con le tasse pagate da tutti i contribuenti italiani, compresi i professionisti e le loro Casse”, – dichiara il presidente dell’Adepp Alberto Oliveti. “ Sarebbe una discriminazione inaccettabile imporre ai nostri iscritti di pagare lo stesso costo due volte”

Sorgente: Inps, cumulo delle pensioni a carico delle Casse – ItaliaOggi.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.