Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Frasi razziste sui bus e a scuola Già 38 casi denunciati alla Regione – La Stampa

Trentotto casi ascoltati e affrontati in tre mesi. Tra questi, razzismo verbale sui mezzi pubblici e a scuola, segnalazioni di scritte xenofobe, risposte scorrette e discriminanti agli stranieri da parte di operatori di enti pubblici. È il primo bilancio di quanto hanno raccolto gli sportelli dei 9 Nodi territoriali contro le discriminazione sparsi in Piemonte, promossi dall’assessorato Pari Opportunità della Regione attraverso la legge 5/2016. A sentire la quotidianità del male, la cultura della diversità appare ancora lungi dall’essere patrimonio comune. Però le reazioni sono possibili: l’autista che ha apostrofato con «sporco negro» un passeggero che ha sbagliato fermata è stato trasferito (gli altri passeggeri hanno dato manforte all’autista…), le scritte razziste «spara al nero» sono state cancellate dai bus, agli operatori di sportello che davano indicazioni fuorvianti sul bonus bebè è stata fatta formazione. E sono in corso istruttorie su casi di razzismo verbale a scuola. LEGGI ANCHE: Insultata sul bus a Torino per il colore della pelle Quella dei Nodi anti-discriminazioni è una delle numerose iniziative che la Regione Piemonte ha promosso in tema e ieri Monica Cerutti, assessora regionale alle Pari Opportunità, in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale, ne ha presentate alcune che si collocano nel progetto «Piemonte contro le discriminazioni», realizzato con Ires Piemonte, EnAip, Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri e Uisp Torino. «Abbiamo realizzato 134 laboratori di informazione rivolti ai cittadini e cittadine stranieri non comunitari – ha detto Cerutti – e 96 laboratori di aggiornamento per operatori e operatrici della pubblica amministrazione a cui hanno partecipato 700 persone di cui il 77% donne. Abbiamo toccato diverse realtà che hanno a che fare con un pubblico straniero». Il progetto si concluderà sabato, con due eventi a cui sono invitati tutti i cittadini: un incontro aperto della Rete regionale contro le discriminazioni (ore 9,30 alla Biblioteca Nazionale). Vi partecipano lo scrittore Pap Khouma e la documentarista Marilena Umuhoza Delli e sarà l’occasione per fare il punto sui casi di razzismo denunciati. Nel pomeriggio la Camminata antirazzista patrocinata dal Coni che partirà alla 15 da piazza San Carlo. «Spesso le società sportive sono il primo presidio territoriale che i cittadini stranieri conoscono», ha ricordato tra l’altro Patrizia Alfano, presidente Uisp Piemonte, sottolineando l’importanza dello sport in questo ambito. Oggi, la Giornata viene celebrata con due eventi: alle 14,30, nell’atrio di Palazzo Nuovo, l’Associazione Altera ha invitato per un flash mob il writer berlinese Ibo Omari, l’artista che trasforma le svastiche in fiori e animali. Alle 17,30 da piazza Carlo Felice, partirà la marcia promossa dalla Rete 21 Marzo: percorrerà le vie del centro fino a piazza Castello con flash mob in partenza e in arrivo.

Sorgente: Frasi razziste sui bus e a scuola Già 38 casi denunciati alla Regione – La Stampa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense