Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Cataclisma Italia in prima pagina – Remocontro

Gli articoli, i commenti e le analisi della stampa straniera.
– La sintesi da Internazionale.
– Dalla populista America di Trump.
– Vladimir Putin sospetto sostenitore.
– Sono pazzi questi italiani?
– Gli elettori democratici in fuga.
– L’estrema destra non vince ma avanza

Dalla populista America di Trump

Il New York Times ha sintetizzato il risultato del voto italiano elencando quattro punti di cui tenere conto.
Immigrazione. “Il tema continua a infiammare la politica europea”. “Gli immigrati sono il capro espiatorio perfetto per chi ha paura, e un terreno fertile per i populisti”.
Economia. “Dopo dieci anni, l’Italia sta finalmente crescendo, anche se anemicamente”. Tuttavia, nota il New York Times, i giovani e la classe media sono esclusi dai benefici della crescita.
Classe politica. Per molti elettori, i partiti più grandi hanno causato la stagnazione degli ultimi dieci anni. Inoltre i loro leader sono vecchi e perdenti, “mentre le formazioni più populiste come i cinquestelle e la Lega sono guidati da personalità giovani, forti e aggressive”.
Sud. “Su temi come l’euro, l’immigrazione e i rifugiati, l’Europa del sud è furiosa con l’Unione europea, sopratutto con la Francia e la Germania, perché si sente lasciata sola”.

Vladimir Putin sospetto sostenitore

Le elezioni italiane del 4 marzo potrebbero segnare il primo vero trionfo per i partiti di protesta anti sistema in una democrazia liberale occidentale. Ma soprattutto la vittoria di un politico che da lontano ha sempre seguito quello che succede in Italia, scrive Ariel David su Haaretz (Internazionale).
«In vista del voto, funzionari e analisti italiani avevano denunciato il pericolo di un’intromissione russa nella campagna, attraverso false agenzie di stampa e account finti sui social network controllati dal Cremlino.
Negli ultimi anni sia la Lega sia il Movimento 5 stelle si sono avvicinati a Mosca, esprimendo sostegno per la sua politica estera, criticando le sanzioni europee e stringendo legami forti con il governo russo.
Se alla fine uno di questi partiti guiderà il paese, il vero vincitore delle elezioni italiane potrebbe finire per essere qualcuno che non è mai stato nemmeno candidato: Vladimir Putin».

RASSEGNA STAMPA DI OGGI

Financial Times
L’Italia è sulla strada per scontrarsi con l’UE dopo che gli elettori hanno appoggiato i partiti populisti
FT.com – L’Italia dichiara finite le speranze di un ritorno di Silvio Berlusconi.
FT.com – Le elezioni italiane riportano i riformisti europei sulla terra. L’aumento di partiti anti-FT.com – L’Italia consegna un verdetto di condanna sulla sua élite. Il populista riduce le possibilità di Roma di collaborare con Francia e Germania
FT.com – La ricomparsa dei populisti minaccia le riforme italiane. La speranza è questi modereranno le proprie politiche per proteggere la ripresa

Le Monde
In Italia, il trionfo delle forze antisistema. La vittoria del Movimento Cinque Stelle e della Lega complica in misura estrema la formazione di una coalizione governativa
Monde – In Italia, l’eclissi d’una nazione? Le elezioni legislative del quattro marzo, che vedono arrivare in testa una coalizione di destra e d’estrema destra, dimostrano un feroce rifiuto nei confronti dell’Europa: analisi della politologa Musiani

Süddeutsche Zeitung
Le elezioni dividono il paese. Al Nord domina la destra, in particolare la Lega, mentre a sud domina il movimento antiestablishment Cinque Stelle.

The Times
I populisti in Italia chiedono a gran voce il potere mentre l’Europa guarda stupita
thetimes.co.uk – Elezioni in Italia: il M5S starà a destra o a sinistra? Per formare un governo, una cosa è chiara: sarà tutto intorno al M5S
thetimes.co.uk – Con Luigi Di Maio, passo e chiudo per Matteo Renzi e Silvio Berlusconi

Die Welt
Le elezioni italiane inaspriscono la crisi europea
welt.de – La sofferenza della socialdemocrazia europea. Nelle elezioni italiane, il PD ha perso un quarto dei suoi elettori, il leader del partito di Renzi ha quindi annunciato le proprie dimissioni

El Mundo
I quattro scenari delle elezioni italiane. Non essendoci nessuna formazione che abbia i voti necessari per governare, le possibili alleanze su cui si scommette vanno da quella dei 5Stelle con il
centro-sinistra a una grande coalizione.

El Pais
Renzi si dimette dopo la sconfitta del Partito Democratico e annuncia che passerà all’opposizione. Il segretario del PD conferma che la formazione non farà accordi con nessuno e parla di primarie per eleggere un nuovo leader.
elpais.com – Sono pazzi questi italiani? Il radicalismo è più apparente che reale in un duro colpo inferto ai partiti convenzionali.

Frankfurter Allgemeine Zeitung
La Lega xenofoba vuole governare. Il partito che era al governo, il PD, ha subito una sconfitta storica. Nel frattempo i populisti di destra dichiarano chiaramente di voler prendere la guida del Paese.
faz.net – L’Italia vuole nuove soluzioni a vecchi problemi. Fino a poco tempo fa a sfidarsi erano Berlusconi e Renzi, ma la maggioranza degli elettori italiani vuole un nuovo inizio. La Lega o i 5Stelle ci riusciranno?

New York Times
nytimes.com – Quattro punti sulla “rottamazione” delle elezioni italiane. Più della metà
degli italiani che ha votato ha scelto partiti populisti, abbandonando in larga parte quelli tradizionali, restando in linea con la tendenza europea.

Washington Post
Le 5 domande più importanti dopo le elezioni italiane che hanno segnato una svolta per i populisti. Poche ore dopo che si è concluso l’impasse politico tedesco, è già emersa una nuova situazione di

Wall Street Journal
L’Italia affronta una paralisi politica dopo la scossa populista. Il Movimento 5 stelle e la coalizione di centrodestra rivendicano ciascuno il diritto di provare a formare un governo

Sono pazzi questi italiani?

Lo scrittore Rubén Amón su El País.
“Se ci si mette a calcolare la forza delle formazioni radicali ed euroscettiche si rimane impressionati e sconcertati. Populisti, estremisti e xenofobi superano abbondantemente la metà dei voti. Ma prima della psicosi bisogna applicare il consueto coefficiente di sdrammatizzazione con cui si deve osservare la politica italiana”.
I grillini hanno abbandonato il discorso antisistema, hanno pescato nel discredito dei partiti tradizionali e sono sopravvissuti all’assenza del loro patriarca.
L’ex cavaliere si rassegna alla pensione e Matteo Renzi si caricaturizza nel suo ruolo di stella fugace, trascinando il Pd nello stesso cimitero dove già si trova il – – –Partito socialista francese e dove si accumula lo psicodramma della socialdemocrazia europea.
Da queste elezioni nasce l’enigma della governabilità: i cinquestelle smentiscono qualunque patto. La Lega è un alleato tossico in qualunque scenario.
Berlusconi non può fare da arbitro.
E alla sinistra mancano numeri e credibilità.

Gli elettori democratici in fuga

New York Times, Jason Horowitz.
“Il risultato più probabile delle elezioni in Italia – uno dei paesi fondatori dell’Unione europea e principale economia del Mediterraneo – sarà un governo meno impegnato nel progetto di un’Europa unita. Mentre gli avversari geopolitici, dalla Russia alla Cina, cercano di dividere e indebolire il blocco”. “I risultati sono non solo uno sconcertante termometro dell’umore dell’Italia ma anche un’avvisaglia dei problemi che potrebbero aspettare l’Europa”.
L’analisi di Bloomberg.
“L’anno scorso i partiti europeisti erano riusciti a contenere i populisti in Germania, Francia e Paesi Bassi. Ma non sono riusciti a fermare la loro avanzata in Italia”.

 

L’estrema destra non vince ma avanza

Lorena Pacho di El País.
“I nuovi partiti fascisti non sono riusciti a entrare in parlamento, un ingresso che avevano preparato negli ultimi dieci anni. Chi aveva maggiori aspettative era CasaPound, che è passato dallo 0,1 per cento allo 0,3-0,7 per cento: comunque meno dell’1 per cento. Le possibilità erano scarse e non hanno ottenuto i risultati sperati, ma la loro avanzata e la loro presenza sociale sono significative. Hanno approfittato del dibattito sull’immigrazione e del malcontento generale nei confronti della politica per introdurre gradualmente le loro parole d’ordine xenofobe”.

L’incertezza fa paura ai mercati

Reuters.
“Gli elettori italiani hanno dato alla luce un parlamento sospeso, votando in massa i partiti populisti e di estrema destra e facendo precipitare la terza economia della zona euro in uno stallo politico che potrebbe richiedere mesi per essere risolto. L’euro è stato scambiato in modo variabile intorno a 1,2 dollari dopo che il movimento euroscettico a cinquestelle ha visto crescere il suo sostegno per diventare il più grande partito del paese”.
Le Monde.
“L’instabilità politica non è una scoperta per l’Italia, ma l’ampiezza dello sconvolgimento che si profila dai primi risultati del voto è qualcosa di inedito. Il paese, più diviso che mai, si dirige di nuovo verso una situazione di blocco politico”.
“Luigi Di Maio, re delle Due Sicilie”, twitta il corrispondente di Le Monde.

Sorgente: Cataclisma Italia in prima pagina – Remocontro

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing