Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Embraco, interviene la commissaria Vestager: non si usano fondi Ue per trasferire posti di lavoro – Il Sole 24 ORE

 

«I fondi europei devono essere usati non per trasferire posti da uno Stato membro della Ue a un altro, ma per creare nuovi posti di lavoro».

Lo ha detto la commissaria alla concorrenza europea Margrethe Vestager in riferimento al trasferimento in Slovacchia dell’attività produttiva di Embraco e Honeywell. «Abbiamo chiesto per un paio di casi informazioni e fino a quando non le avremo non potremo pronunciarci, tuttavia stiamo prendendo la questione seriamente perché sono coinvolte risorse dei contribuenti europei».

Vestager: no a un uso distorto dei fondi europei
Vestager ha spiegato che dal 2014 le regole europee sull’uso delle risorse Ue sono state rese più rigorose, «più strette per impedire effettivamente che il denaro dei contribuenti sia trasferito da uno Stato membro all’altro», che si prendano decisioni di trasferire imprese «in funzione dei fondi strutturali». Questa eventualità «ci preoccupa molto, abbiamo un certo numero di casi e li seguiamo, per agire dobbiamo verificare se le denunce sono esatte. Senza evidenza e prove non possiamo dare un giudizio: vogliamo assicurare che le regole Ue siano rispettate, nel caso in cui sia coinvolto denaro dei contribuenti dobbiamo essere sicuri che si creino nuovi posti di lavoro». Vestager ha aggiunto che il problema delle delocalizzazioni all’interno della Ue le «sta a cuore»: «Se un’azienda si trasferisce per buone ragioni è una cosa e non ci preoccupa, un’altra cosa è se viene coinvolto denaro dei contribuenti, abbiamo agito in passato e agiremo su questo anche in futuro». Questo è un problema «serio».

I nuovi paletti sull’utilizzo dei fondi Ue
La responsabile della concorrenza ha poi dettagliato i cambiamenti apportati alle regole Ue sui fondi comunitari per evitare comportamenti opportunistici da parte delle imprese e dei governi. «Una delle cose che abbiamo fatto quando abbiamo reso più stringenti le norme per accertare che per esempio i fondi strutturali non sostengano trasferimenti di posti di lavoro da uno Stato membro ad un altro Stato membro, è stata di stabilire che non si possono eliminare posti di lavoro per due anni» nel caso in cui intervengano fondi Ue «e non si possano ricevere aiuti entro due anni dal trasferimento in un altro Stato membro». Questo «è un impegno che come imprese va preso, firmato e ciò rende le nostre regole efficaci».

Ue pronta a discutere idea di un fondo per la reindustrializzazione
«Siamo sempre pronti a discutere nuove idee che arrivano dagli Stati membri e nel caso degli effetti della globalizzazione prevediamo infatti a livello europeo interventi per mitigarne l’impatto quando una regione o un settore vengono colpiti se un business si trasferisce fuori dalla Ue: l’idea di base italiana non è estranea alle regole, ma non posso dire nulla di specifico fino a quando non ne conosceremo i dettagli». Questa la risposta della commissaria alla richiesta di valutare la proposta italiana di creare un nuovo fondo nazionale per intervenire a sostegno della reindustrializzazione nei casi in cui c’è un trasferimento di attività produttive e di posti di lavoro dall’Italia in altri Stati Ue.

Gentiloni: no a dumping fiscale e sociale nella Ue
«Se vogliamo reggere la transizione verso il futuro, guardando al nostro capitale umano e investendo sull’avvenire, non possiamo permettere che dentro la Ue ci siano forme di dumping sociale e fiscale che rendono tutto difficile. È per questo che il governo ha fatto di Embraco un caso esemplare, perche’ riguarda il modo in cui si sta insieme nell’Unione europea». Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, partecipando al taglio del nastro della nuova sede della società Cefriel a Milano in zona Bicocca, ha parlato dell’imminente trasferimento della produzione della Embraco in Slovacchia. «L’impegno con cui governo si sta mobilitando su alcune delocalizzazioni industriali – ribadisce il premier – ha questo significato». «Ho molta fiducia nella competenza e obiettività della Vestager. Se ci sono aiuti di Stato, come è possibile, mi aspetto che la commissione prenda severi provvedimenti» perché gli aiuti di Stato «sono una grave violazione del mercato interno», ha confermato il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

 

guarda il video cliccando sul link sotto riportato

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Sorgente: Embraco, interviene la commissaria Vestager: non si usano fondi Ue per trasferire posti di lavoro – Il Sole 24 ORE

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing