Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

antifa: Palermo, il legale dei fermati per il pestaggio del leader di FN: da pm accuse da fantadiritto

Palermo, il legale dei fermati per il pestaggio del leader di FN: da pm accuse da fantadirittoL’avvocato Giorgio Bisagna: “Altro che tentato omicidio, il medico parla di soli 5 giorni di riposo”23 febbraio 2018’Sono accuse da fantadiritto quelle nei confronti di Carlo Mancuso e Gianmarco Codraro”, i due antagonisti dei centri sociali accusati di tentato omicidio per il pestaggio di Massimo Ursino, il leader di Forza Nuova di Palermo, avvenuto martedì sera in centro città. Lo ha detto l’avvocato Giorgio Bisagna, il legale dei due giovani arrestati per l’aggressione, nel suo intervento davanti al Gip Roberto Riggio, durante l’udienza di convalida che è in corso nel nuovo Palazzo di giustizia di Palermo. “Non c’è neppure un indizio di elemento di prova – spiega Bisagna – in quanto l’unico elemento dovrebbe essere il riconoscimento del frame del video che è agli atti. Ma avendolo potuto vedere, dire che si possa fare un riconoscimento con quella qualità di significa andare oltre il diritto. Siamo al fantadiritto”. La Digos ha allegato agli atti della indagine dei video ripresi da alcuni negozi. Secondo l’accusa sarebbero i visi di Codraro e Mancuso quelli inquadrati. Il legale dei due prosegue: “In ogni caso ho visto il referto del Pronto soccorso di Massimo Ursino, che viene rinviato al medico curante che gli consiglia 5 giorni di riposo. Parlare di lesioni finalizzate all’omicidio, come sostiene il pm, è fuori dalla realtà documentale e fuori dalla realtà dei fatti”. In aula è presente, oltre ai due giovani antagonisti, il Procuratore aggiunto Ennio Petrigni che chiede la convalida dei due fermi per tentato omicidio. Il procuratore: avevano la volontà di uccidere I militanti dei centri sociali di Palermo arrestati “avevano la volontà di uccidere”. Si era detto convinto di questo ieri il Procuratore aggiunto di Palermo Ennio Petrigni che ha firmato il provvedimento di fermo di Giovanni Codraro e Carlo Mancuso. Un “evento non riuscito – dice il pm – per cause esterne”, cioè l’arrivo di passanti che avrebbero evitato il peggio. Nel fermo vengono anche contestati i “futili motivi”. Per l’aggiunto, Codraro e Mancuso picchiando a sangue Ursino, che ha riportato la frattura del setto nasale e un leggero trauma cranico, hanno mostrato “la volontà di causare lesioni gravi con l’accettazione del rischio di lesioni legali”, cioè la morte di Ursino.http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/palermo-legale-fermati-pestaggio-leader-forza-nuova-da-pm-accuse-fantadiritto-2c9175d0-8555-4a5d-a1de-f966ab3001a1.htmlrepressione

Sorgente: antifa: Palermo, il legale dei fermati per il pestaggio del leader di FN: da pm accuse da fantadiritto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing