Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Torino, picchiati davanti a scuola dai militanti di Blocco studentesco: “Aggressione fascista” – Repubblica.it

Studenti aggrediti dai militanti di Blocco Studentesco fuori dall’istituto Colombatto di Torino dove un gruppo di militanti della formazione giovanile di estrema destra aveva organizzato un volantinaggio. Le tensioni tra gli allievi della scuola, in particolare quelli attivi nel collettivo, e i ragazzi di destra è scattata alla prima campanella quando i giovani “antifascisti” sono usciti e hanno cercato di allontanare, intonando cori e lanciando slogan contro la presenza “fascista” fuori da scuola.Studenti torinesi picchiati dai militanti di Blocco studentesco: “Aggressione fascista”Condividi  Tutto questo però, secondo il racconto diffuso dal Last Laboratorio Studentesco, ha scatenato la rabbia dei ragazzi del Blocco: “Gli studenti e le studentesse antifascisti hanno deciso di cacciarli perché non vogliono che gli ideali fascisti entrino nelle nostre scuole – scrivono in un comunicato – Loro hanno reagito ai nostri cori con spintoni e pugni. Non possiamo accettare queste violenze”. Secondo gli studenti la scelta di volantinare questa mattina era chiaramente provocatoria: “Oggi al Colombatto si sono presentati, a pochi giorni dalla giornata della memoria, i fascisti – attaccano nel testo – Gli stessi che predicano odio, gli stessi che insultano e picchiano immigrati e omosessuali. Nessuno spazio per i fascisti nelle scuole”. Sono intervenuti i carabinieri per riportare la calma e capire cosa sia successo. Gli esponenti del Blocco studentesco sono stati tutti identificati.Da Casa Pound replicano: “La prima ad essere stata aggredita è una giovane ragazza del Blocco Studentesco. Fortunatamente siamo riusciti ad allontanare gli aggressori e ad impedire che la situazione degenerasse”.

Sorgente: Torino, picchiati davanti a scuola dai militanti di Blocco studentesco: “Aggressione fascista” – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.