Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

SYRIZA: I Greci vedono la… luce!Corrente e acqua gratis per decine di migliaia di famiglie- Argyrios Argiris 

SYRIZA: I Greci vedono la… luce!
Corrente e acqua gratis per decine di migliaia di famiglie,
sconto fino al 75% per 1,63 milioni di famiglie
di Argiris Panagopoulos

I greci hanno visto veramente la… luce con il governo di SYRIZA? Sembrerebbe di si, perché la Grecia di oggi è anni… luce lontana dai tempi in cui andavamo a riallacciare la corrente alle tre di notte alle case che i governi di Papandreou, Papadimos, Samaras e Venizelos avevano lasciato nel buo più pesto.
Al contrario nella Grecia di SYRIZA è praticamente… vietato non avere corrente elettrica e l’acqua! Questa è la verità: fin dalla prima legge fatta dalla grande vice ministra per la Solidarietà Sociale, Theano Fotiou, per affrontare la crisi umanitaria.
Il governo di SYRIZA aveva già provveduto a fornire corrente elettrica e acqua a 60.000 famiglie senza risorse.
Questo pero non bastava per combattere la povertà energetica e sono state adottate tante altre misure. L’ultima, che sarà applicata dal 1 febbraio 2018, prevede sconti dal 35% fino al 70%, riservati alle 280.000 famiglie che hanno ricevuto il Reddito di Solidarietà e ai 1,35 milioni di famiglie che hanno ricevuto il Dividendo di fine anno. In altri termini, quasi la metà del totale della famiglie in Grecia vedrà alleggerita la bolletta elettrica, partendo dalle famiglie con meno risorse.
Sconti e tariffe sociali per le bollette sono previste anche per altre categorie, come per esempio lo sconto del 45% per 140.000 famiglie della Macedonia Occidentale e di Megalopolis, città del centro di Peloponneso, zone di produzione di energia elettrica a carbone. Fino ad oggi quasi 700.000 famiglie hanno ricevuto la corrente elettrica gratuita o hanno udufruito di tariffe sociali.
Inoltre, per le famiglie con redditi bassi è previsto il finanziamento per abbandonare la corrente elettrica o il petrolio e passare al gas naturale per alcuni dei loro bisogni.
Il ministero per l’Ambiente e l’Energia ha congelato 10 milioni di euro che saranno spesi per riallacciare la corrente elettrica a tutte quelle famiglie che hanno avuto problemi con la somministrazione della corrente, con un obbiettivo molto preciso: in Grecia non deve esistere più nemmeno una casa senza corrente elettrica ed acqua.
Non a caso il governo di sinistra e SYRIZA hanno proposto una riforma costituzionale dove l’acqua e l’elettricità saranno considerati diritti fondamentali.

Rinnovabili invece del carbone
Intanto il governo greco punta molto sulle energie rinnovabili, sia per le forniture delle quasi 3.000 isole del paese sia per abbandonare il carbone, la principale fonte di produzione di energia in Grecia e specialmente nella Macedonia, dove si trovano le grandi centrali.
Con lo stesso obiettivo, il governo greco cerca di aumentare le forniture di gas, cercando anche di non dipendere da uno solo o due fornitori.

Greenpeace e governo greco per la “democrazia energetica”
Il governo greco porterà in parlamento un nuova legge che permetterà ai comuni, alle famiglie e alle piccole e medie imprese di creare “comunità energetiche” per la produzione di energia rinnovabile, mentre in collaborazione con Greenpeace alcuni comuni potranno offrire energia rinnovabile gratuitamente alle famiglie con redditi bassi per affrontare la crisi energetica. Con la nuova legge i comuni, le famiglie, i cittadini semplici, gli agricoltori, le piccole e medie imprese potranno produrre, depositare e consumare energia rinnovabile per il loro bisogni.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing