Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

La Grosse Koalition (Cdu-Spd) in carica costretta dalla Linke a ufficializzare l’export-record di 25 miliardi di euro negli ultimi 4 anni a Paesi in guerra. E c’è la prova tv del finto embargo a Erdogan: i tank Leopard-2 dell’offensiva turca contro i curdi sono quelli della Bundeswehr venduti al «Sultano». Grosso scandalo, proprio adesso, per Schulz e Merkel

Per l’Agcom c’è poco Pd in tv

red. pol.

Visti i dati del primo monitoraggio della campagna elettorale, l’Autorità emette due “forti richiami” per i tg di La7 e Mediaset: la prima avvantaggerebbe M5S e la seconda Forza Italia. Ma anche su Skytg24 e Rainews sarebbero i grillini e Liberi e Uguali a togliere spazio al partito di Renzi

L’indeciso Illy blocca il Pd

Ernesto Milanesi

Le regionali si terranno dopo le politiche, Serracchiani ha rinunciato a tentare la conferma e l’ex governatore non ha deciso se correre alle politiche con il Pd o tentare il gran ritorno nel palazzo dei Lloyd. Nel caso l’attuale candidato dem vorrebbe che si sottoponesse alle primarie

Italia

Gorizia, polemica sulla XMas. I reduci accolti in municipio

Ivan Grozny Compasso

Inni fascisti cantati in aula mentre Casa Pound manifestava fuori. La protesta di 150 antifascisti contro il leghista Ceretta e Gentile e Ferrari (Forza Italia). Anna Di Gianantonio (Anpi) racconta la storia di una città medaglia d’oro per la Resistenza

Cooperazione internazionale «da raddoppiare»

Ni. Va.

Alfano rivendica l’aumento dei fondi, Calenda ne promette il raddoppio: arriveremo allo 0,5 del pil. Giro: l’Africa entri nella globalizzazione con l’agro-alimentare. Boom di posti di lavoro nel settore

Erdogan punta su Manbij e mente: «Stiamo colpendo anche l’Isis»

Chiara Cruciati

Il presidente turco millanta una lotta allo Stato Islamico per calmare gli Stati uniti: se Ankara si dirige da Afrin verso est, incontrerà anche i marines Usa. I curdi replicano: non ci sono islamisti e la resistenza sta fermando i carri armati turchi

Afrin, la stretta di Erdogan su media e dissenso

Dimitri Bettoni

Guerra e repressione delle voci fuori dal coro: decine gli arresti, nel mirino chi protesta contro l’aggressione ai curdi di Afrin sui social media e nelle strade. E il premier Yildirim “istruisce” i mezzi di comunicazione su come trattare il conflitto

Il poeta Gefen: «Ahed Tamimi come Anne Frank»

Michele Giorgio

I versi postati lunedì su Instagram da Johonatan Gefen a difesa della ragazza palestinese hanno mandato su tutte le furie il ministro della difesa Lieberman che ha ordinato alla radio militare di “bannare” il poeta di sinistra da sempre contro l’establishment politico e militare

Maduro all’offensiva, presidenziali subito

Roberto Livi

La Costituente ha deciso, si vota entro aprile. Sarcastico il presidente: «La mia dittatura sta per convocare la 24ma elezione…». E si mette «a disposizione per una candidatura». L’opposizione, divisa, protesta

Cultura

Mirare l’utopia è un gioco fantastico

Lidia Curti

Se ne va all’età di 88 anni la scrittrice e femminista statunitense. Si avvicina alla narrazione fantasy fin da bambina. Indimenticati il Ciclo di Earthsea e quello di Ecumene. Cinque volte vincitrice dei premi Hugo e Nebula, i suoi volumi più importanti sono tradotti in Italia.

Shoah, i nodi tra passato e presente

Lia Tagliacozzo

Riflessioni intorno al senso della Giornata della Memoria, tra ritualizzazione mediatica e il baratro dell’oblio alle porte

Una «Scorribanda» di pura pittura

Arianna Di Genova

Alla Galleria nazionale d’arte moderna, Fabio Sargentini riassume i sessant’anni dell’Attico in quaranta opere e in totale soggettiva, senza nostalgie storiche. E dona 43 metri lineari di archivi

La libertà e la leggerezza del desiderio

Giulia D’Agnolo Vallan

Dopo le quattro nomination agli Oscar arriva nelle sale italiane, «Chiamami col tuo nome» di Luca Guadagnino. Racconto di formazione raffinato e palpitante, l’attrazione tra un giovane e uno più grande

Grace Jones senza trucco

Stefano Crippa

Si intitola «Bloodlight and Bami» il documentario di Sophie Fiennes incentrato sulla vita, dentro e fuori il palcoscenico, dell’artista giamaicana

Un Paradiso senza via d’uscita

Silvana Silvestri

Nelle sale arriva «Paradise» di Andrej Konchalowskij, premiato con il Leone d’argento per la regia a Venezia 2016

Guardiani della foresta senza diritti

Marta Gatti

Dal Perù all’India, dal Brasile all’Indonesia, i popoli indigeni che contribuiscono alla conservazione degli eco sistemi vengono privati delle loro terre e subiscono un processo di criminalizzazione di tipo neo coloniale

«Dalle Alpi alle Ande, contro Golia»

Serena Tarabini

La battaglia di Source International, ong con sede a Pisa, contro le multinazionali che distruggono l’ambiente ed espropriano contadini e pastori locali. Intervista al fondatore Flaviano Bianchini

I veleni della miniera di Cerro de Pasco

Serena Tarabini

Nella città a 4.400 metri sul livello del mare, sulla Cordigliera andina peruviana, gli abitanti vivono attorno a un’enorme miniera. Le analisi denunciano: metalli pesanti nel sangue e acque contaminate

Mense biologiche, dove nasce la cultura della sostenibilità

Michela Mazzali

Il governo ha finalmente presentato il primo sistema pubblico di riconscimento delle mense bio nelle scuole e nella ristorazione collettiva, ma c’è molto da fare per dare equilibrio a un’organizzazione dove convivono eccellenze e mediocrità

Il sound ecologico di Monacchi

Angelo Ferracuti

David Monacchi ha cominciato registrando i suoni dell’Appennino, poi ha scoperto i paesaggi musicali canadesi e da vent’anni raccoglie il sound delle foreste tropicali. Un incontro nel suo laboratorio a Pesaro

Lucca rifiuti zero, la casa comune dell’ecoriciclo

Luca Martinelli

Si chiama “Grossomodo” e ne fanno parte associazioni ma anche gruppi musicali da anni impegnati nell’educazione ambientale e nel riciclo creativo. Il riconoscimento del comune che gli ha dato una sede

La caccia, uno “sport” che abbatte anche esseri umani

Dante Caserta

Fucilate che uccidono in tempo di pace. La stagione venatoria è aperta da quattro mesi e già si contano le persone uccise dai cacciatori: 25 morti (e 58 feriti). Le proposte del Wwf per evitare questa strage assurda

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense