Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Iran, altri 9 morti negli scontri. La protesta continua: oltre 400 arresti – Rai News

02 gennaio 2018Nove persone sono state uccise nella notte nel corso delle proteste antigovernative in Iran: lo riporta la Tv di Stato del Paese. Il bilancio delle vittime nei sei giorni di proteste sale così ad almeno 23.Secondo quanto riportato stamani, sei dimostranti sono stati uccisi durante un attacco a una stazionedi polizia a Qahdarijan. Gli scontri, sempre secondo la Tv, sono iniziati quando i dimostranti hanno cercato di rubare armi dalla stazione di polizia.Arrestata ieri la ragazza che si era tolta il velo nelle proteste.Rohani fa appello all’unità contro un”piccolo gruppo di violenti”, mentre Trump torna ad attaccareTeheran: “E’ ora di cambiare”. Le nuove sanzioni Usa potrebbe rocolpire i pasdaran.Le strade di Teheran si sono nuovamente riempite di manifestanti che scandiscono slogan antigovernativi. Ci sono informazioni di auto date alle fiamme e simili manifestazioni anche in altre zone del Paese. Già oggi la tv di Stato iraniana aveva mostrato immagini di banche private assaltate, vetrine sfondate, automobili rovesciate e incendiate. Khamenei accusa ‘i nemici dell’Iran’ per le protesteI nemici dell’Iran “hanno rafforzato l’alleanza per colpire le istituzioni islamiche” del Paese durante i recenti incidenti. Lo ha detto la Guida suprema iraniana, l’Ayatollah Ali Khamenei, nel primo intervento dall’inizio delle proteste. “Con i diversi strumenti come denaro, armi, politica e sistemi di sicurezza, i nemici hanno provato a minare il sistema”, ha aggiunto.Bloccati i social networkLe autorità hanno bloccato, anche se “solo temporaneamente”, l’accesso ai social network, in particolare Telegram e Instagram, usati dai manifestanti per organizzare le manifestazioni. Ma le misure finora non sono servite a frenare le proteste.Rohani fa appello all’unità contro un”piccolo gruppo di violenti””Le critiche e le proteste sono un’opportunità, non una minaccia”, dice poi il presidente iraniano in una dichiarazione pubblicata sul sito web della presidenza, a proposito delle manifestazioni di questi giorni contro il governo, di cui ha minimizzato la portata, definendole “niente”. “La nazione stessa risponderà a rivoltosi e delinquenti – ha continuato Rohani – La nostra nazione affronterà questa minoranza che urla slogan contro la legge e insulta la santità ed i valori della rivoluzione”. Trump: “Stanno fallendo in tutto, è ora di cambiare”L’Iran “sta fallendo ad ogni livello”, “è tempo di cambiare”, scrive Donald Trump in un nuovo tweet sulle proteste in corso in Iran, nel quale torna ad attaccare anche l’accordo nucleare stretto dal suo predecessore Obama con Teheran. “L’Iran – si legge- sta fallendo ad ogni livello malgrado il terribile accordo fatto con l’amministrazione Obama. Il grande popolo iraniano è stato represso per tanti anni. Sono affamati di cibo e libertà. Assieme ai diritti umani la ricchezza dell’Iran viene saccheggiata. E’ TEMPO DI CAMBIARE!”, scrive il presidente americano.Le nuove sanzioni Usa potrebbero colpire i pasdaran.​Le ‘radici’ economiche della protestaIl governo iraniano, sottovalutando probabilmente lo scontento già serpeggiante (anche per via di reportage dei giornalisti sulle ricchezze incredibili di alcuni ministri), nel mese di dicembre ha presentato la legge di bilancio 2018: aumento del 70% del prezzo della benzina, + 40% di luce e gas, triplicata l’imposta sui viaggi all’estero, aumento delle multe stradali, abolizione dei sussidi governativi diretti per 20 milioni di persone, un quarto della popolazione dell’Iran.Una stretta “d’austerità” che ha innescato una bolla di inflazione speculativa che in poche settimane ha portato al raddoppio del prezzo della carne e delle uova, ed anche il prezzo del pane è aumentato del 33%. Negli ultimi due anni una ventina di banche e istituti di credito nel Paese sono falliti e centinaia di migliaia di risparmiatori hanno visto sfumare i propri risparmi. Un fenomeno che già dal mese di novembre ha spinto la gente a manifestare per le strade di Teheran. Proteste assolutamente pacifiche che venivano tollerate dalla polizia e alle quali hanno anzi partecipato anche parlamentari ed esponenti politici che chiedevano al governo di occuparsi dei soldi della gente. Il governo del presidente Hassan Rohani ha garantito che tutti avrebbero riavuto i propri risparmi, ma in realtà la crisi potrebbe durare anni e con l’inflazione galoppante, riprendere la stessa somma di soldi dopo anni, significa di fatto perderli.

Sorgente: Iran, altri 9 morti negli scontri. La protesta continua: oltre 400 arresti – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing