Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Ex-Gse, Fim-Cisl: raggiunto accordo e salvaguardata occupazione

Evitati 225 licenziamenti. Rammarico per taglio retribuzioniRoma, 18 gen. (askanews) – “Alla fine la ragione di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Fismic e Ugl ha prevalso sull’impeto della Rsu aziendale targata Uilm. Salvati i livelli occupazionali. Sottoscritto l’accordo che decreta il via libera alla Dcm per l’acquisizione di Gse”. Lo afferma la Fim-Cisl in una nota diffusa dopo l’intesa per l’azienda del comparto aerospaziale.“Quando tutto sembrava perduto e il licenziamento a fine mese di 225 lavoratori ormai inevitabile – prosegue il sindacato – il tentativo disperato di riapertura della trattativa, operato da Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Fismic e Ugl, attraverso l’invito preciso alla Task Force della Regione Puglia a soprassedere nella stesura del verbale, rimasto in sospeso, a seguito dell’incontro effettuato il 15 gennaio, e la contestuale richiesta di un incontro urgente con tutte le parti al fine di discutere con Dcm una proposta migliorativa tesa a garantire la salvaguardia di tutti i livelli occupazionali”.Il confronto, riferisce la Fim-Cisl, ha portato alla sottoscrizione di un accordo con l’acquisizione di Gse da parte della napoletana Dcm, il salvataggio immediato di 113 posti di lavoro e la garanzia di essere riassorbiti entro i prossimi tre anni per gli altri 112.“Siamo soddisfatti per aver salvato tanti posti di lavoro – conclude il segretario di settore della Fim Cisl Taranto Brindisi, Michele Tamburrano – ma resta comunque il rammarico l’azzeramento di tutte le componenti retributive eccedenti il minimo contrattuale previsto dal Ccnl applicabile, al livello di inquadramento corrispondente alla mansione assegnata, nonché ad ogni diritto relativo al rapporto di lavoro pregresso con Gse”.

Sorgente: Ex-Gse, Fim-Cisl: raggiunto accordo e salvaguardata occupazione

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

One Comment

  1. uei, napulità, siti proprio scaltri, avite già scagniato l’amministratore societario, in maniera da scongiurare ogni tracciabilità con dema.
    che ganzi che siete, e le ns. oo.ss. stanno a vuardà, e magari si compiacciono pure.
    a supporto di quanto sopra vi prego voler confrontare il verbale sottoscritto, in data 07.02.2018, presso l’Ufficio Vertenze Collettive, con la visura camerale della DCM, recante data 28.12.2017
    con la presente mi gioco ogni possibilità di eventuale chiamata a lavorare? signori, in tal caso uccidete un uomo morto (l’avite stutiata a storia a?)
    chiedo scusa agli uffici istituzionali per il linguaggio scurrile adottato nel redigere la presente. grazie.

    bbona nutte a li vustre signurie

    per l’eventualità che voleste agire nei miei confronti, vi facilito il lavoro, ho inserito p.c. gli Uffici delle Procure di Pertinenza
    p.s.: mi riservo fin da ora di agire nei confronti di tutti coloro che hanno contribuito a creare tale situazione che è venuta a creare nei confronti dei lavoratori GSE, creando a questi disagi, psicologici (è il caso mio penserete), economici e contributivi.

    —–Original Message—–
    From: caiojoyce9
    Sent: Thu, Feb 8, 2018 1:56 pm
    Subject: gse_curnuti, mazziati a cacciati ti casa

    pensieri liberi, che mi passano per la mente, mentre sono in questa morte lavorativa forzata, da voi causata. chi non ha colpe, prego, lanci la prima pietra, ma, vi prego, coglietemi in testa, in maniera che non intenda più (ah, a vs. parere, non intendo già, e va bbuò! sapete, mi esercito con il partenopeo, tante volte dovessero, volendo ipotizzare, chiamarmi a lavorare). attenzione a non scagliare la pietra mente vi guardate allo specchio.

    eh si, care oo.ss., meglio di così non poteva proprio andarci.
    i napoletani non si sono smentiti, “nna nu futtutu proria a nchinu” (i’m sorry per il mio vernacolo, ma l’ho imparato da adulto).

    stamane sono stato fermato da una persona, la quale nulla ha a che vedere con la ns. precedente realtà lavorativa.tale persona mi ha chiesto se è vero che stanno chiedendo ai ragazzi di andare a lavorare in canada.
    ecco, avevo già sentito tale voce, che sta girando per la città, in ambienti che nulla hanno a che vedere con il ns. comparto (saranno ex gsessini che stanno divulgando tale voce, o magari se ne stanno vantando). bene, per chi ci va. ma, in tal caso, a che condizioni economiche? in quanto, a pranzo potranno certamente fruire della mensa aziendale, ma la sera dovranno provvedersi da se, e i commercianti canadesi ci stanno marciando alla grande. magari saranno napoletani trasferitisi in loco; difatti ritengo personalmente che i napoletani siano tra i migliori affaristi, e economisti (hei, non è ipocrisia la mia, ma un dato di fatto,inoltre non ho inserito alcuno degli esponenti della succedanea).
    comunque, tornando alle richieste di trasferta, se questa è la maniera di onorare i patti convenuti e sottoscritti, sia in sede regionale quanto in confindustria, ritengo tale modus affatto in linea con tali accordi; inoltre disattende tale modalità di agire pienamente i codici annotati e quanto regolamentato a livello contrattuale, anche se la configurazione della reità è subordinata a giudizi discrezionali e interpretativi.
    certo, non stanno mandando la gente a casa, stanno offrendo opportunità di lavoro. se stanno facendo tali proposte a chi passato in dcm/dar o altra pseudorealtà che fa capo ai napoletani e finanziatori britannici, è un modo fine di fare fuori tali ula (unità lavorative), se invece tali proposte le stanno facendo a chi collocato a casa (non sappiamo ancora se in cig, cigs o altro ammortizzatore sociale, o magari collocati a casa e basta), ecco in tal caso, danno i napoletani la parvenza di rispettare i patti, ovvero chiamando a lavorare quelli non passati immediatamente in una delle società in questione. tutto ciò mi ricorda quando cercarono di trasferire tutta la gse in quel di frosinone, difatti mica ci stavano togliendo il lavoro, stavano cercando di farci dare le dimissioni per le difficoltà che tale trasferimento ci avrebbe causato, sia a livello economico come anche a livello logistico. non voglio qui rivangare a chi i meriti di chi impedì tutto ciò, attribuiamoli pure alla sigla sindacale che li rivendico, peccato che lo fece con un anno di ritardo, a cose già concluse.
    a chi inventata la palazzina laf, a questi gli fa un baffo…………..

    sapete bene che mi avvalgo nella sua interezza del d.lgs. 196/03 !!!

    grazie e con simpatia, bugia, con tanta rabbia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense