Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Belgio: esplode ristorante italiano ad Anversa, 14 feriti, 5 gravi. Due dispersi

La deflagrazione è avvenuta intorno alle 21.30: la palazzina di tre piani esplosa sorge su un ristorante pizzeria italiano, «Primavera». La polizia esclude l’ipotesi terrorismo

Si è aggravato in Belgio il bilancio ancora provvisorio dell’esplosione di un ristorante italiano ad Anversa. Secondo l’ultimo aggiornamento della polizia i feriti sono 14, di cui 5 gravi e uno in condizioni critiche. Otto e leggermente ferite, le persone estratte vive dalle macerie, tra cui un bambino. Sarebbero due i dispersi. La deflagrazione è avvenuta al pianterreno di una palazzina di soli 3 piani che sorgeva su un ristorante pizzeria italiano «Primavera», al n. 99 di Paardenmarkt, zona frequentata da giovani universitari. Deflagrazione che ha danneggiato altri due edifici vicini e ha reso inagibili altri 6 secondo i media locali. Ancora non accertate le cause dell’esplosione anche se è stata esclusa la pista del terrorismo. In passato Anversa è stata una delle aree più attive del jiahdismo salafita. Famigerato il gruppo «Shari4Belgium» che aveva il suo quartier generale nella città sullo Schelda..

In un primo momento la tv pubblica belga, Rtbf, ha ipotizzato una fuga di gas, ma anche questa pista deve essere ancora confermata. La polizia ha intanto chiesto ai residenti di evitare le strade circostanti per non intralciare i mezzi di soccorso. La Croce Rossa, riferiscono ancora i media belgi, ha installato sul posto una grande tenda per curare i feriti sul posto e due equipe mobili per l’emergenza e la rianimazione. «I miei pensieri vanno alle vittime e alle loro famiglie. Anversa vi sosterrà», ha scritto su Twitter il sindaco, Bart De Wever, che ha anche lodato la solidarietà di molti abitanti della zona, tra cui studenti, che hanno immediatamente offerto le loro case per ospitare le persone colpite.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.