Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Sconti sugli iPhone: trovata geniale oppure truffa? Indagini sulla nuova moda di Girada – Corriere.it

Indagini sulla nuova moda di Girada

Alcuni siti di e-commerce offrono la possibilità di acquistare articoli tecnologici a prezzi stracciati grazie al passaparola e a sistemi di condivisione. Gli utenti sono per lo più entusiasti, ma le autorità mostrano scetticismo

di Andrea Federica de Cesco

1 di 10

Un modello di business «rivoluzionario»

iPhone X da 256 GB a 450 euro. Cuffie Bluetooth Marshall Major II a 50. Videocamera di sorveglianza Wireless Logitech Circle 2 a 90. Sono alcuni degli articoli venduti sul sito Girada.it, a prezzi a dir poco stracciati. La domanda sorge spontanea: in che modo Girada riesce a vendere prodotti hi-tech a così buon mercato? La risposta, almeno a un primo livello, è semplice: la cifra indicata rappresenta il cosiddetto prezzo “share it”, scontato del 70/80 per cento rispetto al costo intero del prodotto. Per ottenere l’articolo a quella cifra è necessario convincere tre amici ad acquistare un prodotto con un prezzo uguale o superiore a quello dell’oggetto che intendiamo comprare (ma sono previsti sconti, rispettivamente del 30 e del 50 per cento, anche se gli amici invitati sono solo uno o due). C’è chi parla di occasione del secolo, di trovata geniale resa possibile dal social marketing, di un’ennesima prova delle potenzialità dell’e-commerce (nel 2017 il valore degli acquisti online ha superato i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17 per cento sul 2016). Qualcuno ipotizza invece che si tratti di una truffa, di un sistema di vendita piramidale (che in Italia è illegale dal 2005). «Se verso – ipotizziamo – 300 euro per un prodotto che ne vale 1.000 e trovo altre tre persone che versano la stessa cifra e via dicendo, l’azienda non ci rimette mai perché 300 per quattro fra 1.200 e non 1.000», osserva Mauro Vergari, responsabile Nuove Tecnologie Adiconsum. «Questo modello di business, che noi chiamiamo circolare o a intreccio, è rivoluzionario: guadagniamo facendo risparmiare i nostri clienti», ci spiega Davide Claridi, informatico napoletano di 34 anni, che ha seguito il progetto di Girada sin dal principio. «Siamo stati noi a idearlo, ci sono voluti cinque o sei mesi di studio».

 continua a leggere cliccando il link sotto riportato

Sorgente: Sconti sugli iPhone: trovata geniale oppure truffa? Indagini sulla nuova moda di Girada – Corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.