Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Neofascisti contro una cronista dell’Espresso “Speriamo che ti stuprino” 

-Redazione– Nuovo grave episodio di intimidazione nei confronti della stampae in particolare di una giornalista che collabora con l’Espresso, Arianna Giunti, autrice di un’inchiesta sul neofascismo sul web, tra cui Facebook, e su Casapound e Forza Nuova (militanti di Fn hanno preso parte a un blitz al quotidiano Repubblica, dello stesso gruppo editoriale, mercoledì scorso) pubblicata dal sito del settimanale.

La cronista è stata «oggetto di una serie di aggressioni verbali e minacce via social» proprio su Fb.

L’episodio è stato denunciato dall’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg), nelle parole del presidente Perucchini, e dal presidente del Gruppo cronisti lombardi, Cesare Giuzzi, che hanno espresso la solidarietà della categoria e hanno chiesto che le autorità intervengano a tutti i livelli.

L’inchiesta di Arianna Giunti, che ha annunciato all’Ansa che sporgerà denuncia, riguarda «l’odio e la violenza con cui i fascisti riempiono le pagine di Facebook» e «i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web» soprattutto Casapound e Forza Nuova. «Siamo sconcertati nel leggere (ancora una volta) gli insulti e le minacce nei confronti di una collega: nei messaggi, oltre agli insulti, si fa riferimento alla necessità di “trovare il giornalista”, e le viene augurato di essere stuprata “dagli amici negri”.

Minacce anonime, ma anche con nome e cognome e tanto di inviti “a sporgere denuncia” con l’implicito riferimento non solo allo sprezzo nei confronti delle istituzioni democratiche del nostro Paese ma alle conseguenze spesso (purtroppo) nulle che simili minacce via Facebook ai giornalisti comportano per gli autori di queste vergognose azioni», hanno sottolineato Giuzzi e Perucchini.

Sorgente: Neofascisti contro una cronista dell’Espresso “Speriamo che ti stuprino” – ArticoloTre | ArticoloTre – Quotidiano online indipendente e di inchiesta

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense