Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Lo sboom delle criptovalute

Roma, 22 dic. (askanews) – Scatta la fuga di Natale dal Bitcoin e dalle criptovalute in generale. Nel venerdì che precede il lungo fine settimana di festività, gli investitori che in tutto il mondo si erano avventurati su questo volatile segmento si sono svegliati con una pioggia di allarmi, a cominciare dalla più conosciuta di queste sedicenti criptovalute basate sui sistemi di blockchain, il Bitcoin appunto. Dai 16 mila dollari cui ancora sia ttestava giovedì mattina è caduto a precipizio fin sotto 11 mila, con un minimo a 10.835 dollari, secondo il portale Coindesk. In serata ha ritracciato sopra 13mila.Che si trattasse di asset volatili lo si sapeva. Che ci fosse il rischio di scivoloni anche. Ma appunto un conto è saperlo, un altro è assistervi di colpo e, specialmente per coloro che sono esposti alle criptovalute, temere che stia esplodendo la bolla.Si crea così una fuga che ha portato a cadute a due cifre del Bitcoin (che alcuni giorni prima si era perfino avvicinato ai 20mila dollari) ma non solo.L’Etherum è a sua volta crollato di oltre il 25 per cento, il Litecoin di oltre il 30% e delle 31 valute digitali che secondo CoinMarketCap hanno una capitalizzazione totale di almeno 1 miliardo di dollari, ben 29 risultavano in contrazione nelle ultime giornate. Le autorità di Vigilanza sulla Finanza americane hanno messo in guardia i consumatori da possibili truffe da parte di terze parti che cercano si lanciarsi sull’euforia delle criptovalute, come una società che produce bevande che solo per aver modificato il suo nome aggiungendo il termine “Blockchain” ha visto le quotazioni schizzare al rialzo.Le ultime pressioni ribassiste sembrano esser state favorite da un attacco hacker a una piattaforma che tratta la criptovaluta in Corea del Sud nei giorni scorsi e da una indagine interna da parte dell’americana Coindesk. Che questo segmento richieda una maggiore attenzione sembra ormai chiaro anche alle istituzioni globali: il presidente del Financial Stability Board, Mark Carney, governatore della Banca d’Inghilterra, ha annunciato che i regolatori di tutto il mondo intendono studiare ed eventualmente inasprire le regole sulle offerte iniziali di criptovalute.

Sorgente: Lo sboom delle criptovalute

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense