Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Killer di Budrio, Igor il russo catturato in Spagna: “Preso dopo sparatoria in cui sono morte 3 persone” – Il Fatto Quotidiano

ilfattoquotidiano.it – Killer di Budrio, Igor il russo catturato in Spagna: “Preso dopo sparatoria in cui sono morte 3 persone”

Igor il Russo, alias di Norbert Feher, il killer serbo latitante accusato degli omicidi del barista di Budrio Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri, è stato arrestato in Spagna al termine di un conflitto a fuoco con la Guardia Civil.

Ne dà notizia su twitter il sito Wikilao, specializzato in temi di sicurezza. L’arresto – riferiscono i carabinieri di Bologna – è avvenuto durante una sparatoria vicino a Saragozza, nella quale sono morte tre persone.

 La polizia scientifica italiana ha confermato che le impronte digitali rilevate a Feher e immesse dalla Guardia Civil nella banca dati europea Afis combaciano con quelle già in possesso delle autorità italiane.

La sparatoria è avvenuta in una fattoria situata nella zona di El Ventorrillo, tra le città di Teruel e Albalate del Arzobispo, scrive El Pais. Il terzo defunto è José Iranzo, un testimone che ha accompagnato gli agenti nella ricerca di un uomo che il 5 dicembre aveva assaltato una fattoria ad Albalate del Arzobispo e aveva ferito a due persone.

All’arrivo sulla scena il sospettato – Norbert Feher – li ha uccisi e ha rubato le pistole ai due agenti per poi fuggire a bordo di un pick-up. Dopo alcune ore di caccia all’uomo, le forze di sicurezza hanno arrestato Feher in un’area tra le province di Teruel e Castellón.

 Il 13 dicembre si è aperto al tribunale di Ferrara il processo a Feher. L’uomo – chiamato Vaclavic Igor anche nel ruolo di udienza fuori dall’aula e non con il suo vero nome – viene sottoposto a giudizio per tre rapine commesse nell’estate 2015, secondo l’accusa di procura, carabinieri e polizia, con la sua banda composta da Ivan Pajdek e Patrik Ruszo, che sono già stati condannati in abbreviato, davanti al gup, rispettivamente a 15 e a 14 anni.

Le tre rapine risalgono all’estate del 2015. A Villanova di Denore, il 26 luglio, la vittima è stata Alessandro Colombani legato, bendato e picchiato davanti casa sua. Poi il 30 luglio l’assalto di notte nella casa di una pensionata di Mesola, Emma Santi, 93 anni, legata con fascette da elettricista e imbavagliata e ritrovata così due giorni dopo dal figlio per un bottino composto da una collana e gli anelli che aveva addosso.

Infine il 5 agosto a Coronella, quando furono tenuti sotto sequestro per quattro ore, nella loro casa, la figlia Cristina e Giulio Bertelli, l’anziano padre disabile per rubare poi vestiti, mutande, cibo e l’auto dei due, una vecchia Fiat Tipo. L’udienza è stata rinviata al 17 ottobre dopo aver accolto la lista dei testimoni.

“Un ringraziamento alle autorità spagnole, all’Arma dei carabinieri e il pensiero va alle vittime di Budrio e alle vittime in Spagna”, ha commentato il ministro dell’Interno Marco Minniti.

Sorgente: Killer di Budrio, Igor il russo catturato in Spagna: “Preso dopo sparatoria in cui sono morte 3 persone” – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense