Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Gasdotto Tap, non passa la stretta: «Gli arresti sono inammissibili» | Il Mattino

Il gasdotto Tap in fase di realizzazione nel Salento non sarà considerato un’opera di interesse strategico nazionale. E quindi i cantieri non possono essere assimilati a zone militari, con il divieto assoluto per chiundi travalicarne confini e recinzioni senza permesso, pena l’arresto da tre mesi a un anno. L’emendamento a tal fine presentato l’altro giorno alla legge di Bilancio è stato considerato inammissibile dalla commissione della Camera che sta esaminando la manovra.

Il motivo del no è tecnico: non è una norma che ha a che fare con i conti pubblici. Ma in realtà da sempre dietro l’opera c’è uno scontro politico in atto. Che forse ha influito sul giudizio di ammissibilità. In effetti più che questioni economiche, stavolta dietro l’emendamento c’era un’allerta di ordine pubblico. Dopo gli scontri di metà maggio scorso, il livello dell’allarme si sta di nuovo innalzando. Lo dimostrano le proteste con tanto di lanci di bombe carte di inizio della scorsa settimana che hanno poi portato al fermo in questura di una cinquantina di manifestanti. E lo dimostrano anche le minacce apparse sui muri di una sede del Pd di Martano (un paese del leccese) dove sarebbe dovuta andare il viceministro dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO cliccando il link sotto riportato

Sorgente: Gasdotto Tap, non passa la stretta: «Gli arresti sono inammissibili» | Il Mattino

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing