Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

EFFETTI DEL #JOBSACT “- Maurizio Acerbo

GLI EFFETTI DEL #JOBSACT “

in Italia licenziare costa troppo poco ed è diventato troppo facile”, dichiara Cesare Damiano (PD), presidente della Commissione Lavoro della Camera. La verità se la dicono da soli.E’ bastato un altolà della Confindustria e lo stesso Damiano su indicazione del governo e del relatore alla manovra ha ritirato l’emendamento che portava da 4 ad 8 le mensilità minime da pagare al lavoratore in caso di licenziamento senza giusta causa. “L’esecutivo sta compiendo un errore che non è di poco conto. La prossima legislatura dovrà affrontare questo problema”, dichiara l’esponente del PD.Il Jobs Act ha prodotto un record, quello dell’aumento del lavoro precario, intermittente, a chiamata, somministrato. La durata media di questi contratti è di tre mesi. Il loro aumento continua da sei trimestri ed è accompagnato da un boom del lavoro a chiamata (+77,9% in un anno) e di quello somministrato (+22,5%). Avevamo ragione quando contestavamo il Jobs act (che fu votato anche da quelli che poi sono usciti dal PD e pretendono ancora di incarnare la leadership della sinistra in Italia). Aveva ragione chi è sceso in piazza per dire NO a “riforme” neoliberiste. Se centrodestra e centrosinistra sono da anni agli ordini di Confindustria e del capitalismo finanziario è ora di costruire una forza che sia espressione e difenda gli interessi delle classi popolari. Questo è il senso della lista #poterealpopolo Abolire il #JobsAct! Abolire #leggeForneroBasta precarietà, basta sfruttamento

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense