Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Costituzione. Grasso: è sempre giovane. Dopo 70 anni dimostra ancora grande forza – Rai News

Oggi la Sala in cui avvenne la storica firma – a Palazzo Giustiniani – si apre agli Italiani con una cerimonia, l’esposizione di documenti dell’epoca e la proiezione di un video appositamente realizzato dal Senato  La Costituzione Italiana ha 70 anni. Ainis: è rivolta al futuro, modifichiamola solo a piccole dosi I 70 anni della Costituzione. Gentiloni: “Evviva”. Boldrini: “è bussola che ci indica direzione” I 70 anni della costituzione raccontati attraverso i diari

27 dicembre 2017

Le modifiche alla Costituzione compiute negli anni “non hanno mai scalfito la centralità del Parlamento e la sua fondamentale attività nel legiferare e controllare l’operato del Governo”. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, in occasione delle celebrazioni per il settantesimo anniversario della firma della Carta. “Quando Senato e Camera legiferano – ha spiegato – danno concretezza ai principi fondamentali, ai diritti, ai doveri, che altrimenti rischierebbero di restare enunciazioni astratte. Tutto si tiene e i presidi di libertà, democrazia, eguaglianza e solidarietà restano una pietra miliare per il benessere dell’intera comunità nazionale”.”Grazie alla Costituzione – ha osservato ancora – gli italiani hanno potuto vedersi riconosciuti diritti ignoti alle generazioni precedenti: diritti civili e politici, ovviamente, ma anche diritti economici e sociali, senza i quali i primi rischierebbero di essere mere enunciazioni prive di effettività. Grazie inoltre alla lungimiranza della sua ‘apertura’ internazionale, l’Italia ha potuto integrarsi compiutamente nella comunità internazionale, e ha potuto partecipare come Stato fondatore alle Comunità europee, oggi Unione europea, l’organizzazione sovranazionale che costituisce l’orizzonte naturale del nostro futuro e la garanzia più solida della pace”.”Se ci si sofferma a leggere gli articoli dei principi fondamentali o della Prima parte della Costituzione, quella significativamente dedicata ai ‘Diritti e doveri dei cittadini’ – ha affermato ancora Grasso – ci si imbatte in disposizioni che ancora oggi sorprendono per la loro rilevanza e lungimiranza, ma anche per la loro concisione, pulizia ed eleganza sotto il profilo linguistico. Vorrei qui citare, solo a titolo di esempio, gli articoli 2 e 3 che riassumono, con parole magistrali e indimenticabili, decenni di riflessione filosofica, sociale e politica e che delineano, in modo perfetto, il progetto politico di fondo della nuova Repubblica”.Il Presidente della Senato ha poi aggiunto: “La Costituzione della Repubblica è sempre giovane”. “Di fronte ad un documento di settanta anni fa è certamente lecito interrogarsi sulla sua attualità, sulla sua capacità di rispondere ancora adeguatamente alle esigenze dei cittadini di oggi – ha aggiunto Grasso – in un periodo segnato purtroppo da un diffuso astensionismo, l’elevata affluenza al referendum costituzionale del dicembre 2016 ha dimostrato l’importanza che i cittadini ancora riconoscono alla Costituzione”.Gentiloni: “evviva”. Boldrini: “bussola che ci indica sempre la direzione”Un “evviva” incastonato tra gli hashtag #70anni e #Costituzione, cosi’ il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, saluta su Twitter la ricorrenza dei 70 anni dalla promulgazione della Carta fondamentale. Il Presidente della Camera, Laura Boldrini, sempre tramite twitter, commenta: “La Costituzione promulgata 70 anni fa è riferimento per principi e valori fondanti della nostra società. Una bussola che ci indica sempre la direzione”. #70anni Evviva la #Costituzione — Paolo Gentiloni (@PaoloGentiloni) 27 dicembre 2017Sala della Costituzione torna protagonistaLa Sala della Costituzione torna protagonista: il Senato ha deciso che la Sala di Palazzo Giustianiani in cui avvenne lo storico atto della firma si apra agli italiani con una cerimonia, l’esposizione di documenti dell’epoca e la proiezione di un video appositamente realizzato dal Senato della Repubblica. Nell’adiacente Salone degli Specchi verrà allestita una mostra di documenti storici e saranno esposti il foglio filatelico e le monete realizzate dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la ricorrenza. In particolare, la moneta da 5 euro per collezionisti che riporta, su un lato, l’immagine centrale del soffitto della Sala Maccari, a Palazzo Madama, che simboleggia l’Italia trionfante. Nell’occasione saranno presentate le pubblicazioni curate dal Senato della Repubblica: la traduzione in 7 lingue del testo vigente (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, cinese e arabo), l’edizione della Costituzione italiana in sistema Braille e l’ebook ‘La storia della nostra Costituzione’ che offre una sintesi dell’elaborazione del testo durante i lavori dell’Assemblea Costituente e delle modifiche apportate nel tempo. L’esposizione in Sala della Costituzione e nel Salone degli Specchi sarà visitabile dal pubblico oggi dalle ore 10 alle ore 14.30, il 28 e 29 dicembre dalle 10 alle 18, con ingresso libero.

Sorgente: Costituzione. Grasso: è sempre giovane. Dopo 70 anni dimostra ancora grande forza – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense