Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Arabia Saudita missile intercettato dallo Yemen: era diretto contro il re – Corriere.it

Mirava a una riunione di leader sauditi. I media locali citano testimoni: «Udita forte esplosione». I ribelli Houthi: «Lanciato missile contro al-Yamama»

di Guido Olimpio

In un paese stremato, con la popolazione martoriata, continua nello Yemen la guerra dei missili tra Arabia Saudita e insorti sciiti Houti. I ribelli hanno annunciato di aver lanciato un ordigno terra-terra contro il palazzo reale a Riad dove era in corso una riunione. I militari locali hanno ribattuto: lo abbiamo intercettato e distrutto prima che facesse danni. Sul web sono intanto apparse foto con un «pennacchio» di fumo in cielo, mentre fonti locali insistono che non vi sarebbero feriti o morti. Ma tutto è da verificare.

Scambio di colpi

Questo tipo di operazioni sono abbastanza frequenti da parte degli Houti che reagiscono così ai pesanti raid aerei lanciati dalla coalizione saudita. Colpi spesso indiscriminati che prendono in mezzo i civili e i militari. Il duello riveste però delle implicazioni più ampie. I sauditi e gli Usa hanno accusato l’Iran di fornire i vettori terra-terra agli insorti: solo pochi giorni fa l’ambasciatrice alle Nazioni Unite americana Nikki Haley ha mostrato le «prove» della collaborazione di Teheran. Foto e rottami di ordigni che, secondo la versione di Washington, sono di fabbricazione iraniana. In particolare di un missile sparato dagli Houti il 4 novembre in direzione di un aeroporto. Ora non è certo un mistero che esista questo asse tra gli oppositori e gli ayatollah, però alcuni esperti sono apparsi piuttosto cauti sulle «evidenze». Inoltre è emerso che il sistema Patriot impiegato da Riad per contrastare la minaccia non sarebbe così efficace come affermato. Lo scudo non è perfetto, ma anche questo si sapeva.

La morte di Saleh

La crisi nello Yemen è sempre più intricata. I sauditi pensavano di poter piegare gli Houti e i ribelli loro alleati e invece la campagna si è rivelata un disastro, con rovesci per la coalizione e conseguenze pesanti per la popolazione. Poche settimane fa, con un’iniziativa attribuita al principe ereditario Mohammed, figura in ascesa nella monarchia, si era prodotta una svolta. L’ex presidente yemenita Saleh, avversario di Riad e allineato agli insorti sciiti, si è detto pronto a cambiare campo lanciando segnali di apertura proprio ai sauditi.

Una mossa fatale

Gli Houti hanno intercettato il suo corteo ed hanno ucciso Saleh, punendolo per il suo tradimento. Episodio che ovviamente si inserisce nel confronto che oppone lo schieramento sunnita a guida saudita (sostenuto dagli Usa) a quello iraniano. La sfida di influenza si dipana dalla penisola arabica fino alla Siria, all’Iraq e al Libano. Donald Trump ha più volte ribadito la volontà di fermare Teheran e si muove in coordinamento con Israele e i principi del petrolio. Consultazioni strette quanto continue. Il direttore della Cia ha appena visitato Riad incontrando il sovrano, consulto documentato da una foto ufficiale.

Sorgente: Arabia Saudita missile intercettato dallo Yemen: era diretto contro il re – Corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense