Black Friday: numeri, storia e guida anti-truffe – Lettera43.it

23 Novembre 2017 0 Di luna_rossa

Al via la settimana degli sconti pazzi. Un giro d’affari che negli Usa potrebbe toccare i 680 mld di dollari. In Italia sono attese vendite online per 800 milioni. Ecco qualche consiglio per comprare sicuri.

Solitamente il nero in economia e finanza è associato a scenari apocalittici. Se però a essere black non è il lunedì o il martedì (nella storia sono rimasti quelli del 1897 e del 1929 a Wall Street) ma il venerdì, allora la musica cambia. Stiamo parlando del Black Friday cioè il giorno dopo la festa del Ringraziamento dedicato allo shopping e ai super sconti con cui le grandi catene commerciali salutano l’inizio della stagione natalizia.

DAL CYBER MONDAY AL TRAVEL DEAL TUESDAY. Dagli States, il venerdì nero si è diffuso nel resto del mondo. E si è via via allungato fino a coprire non solo l’ultimo week end di novembre ma anche il lunedì e martedì successivi. Il periodo dei ribassi si declina così nel Cyber Monday (il lunedì dedicato agli acquisti dei prodotti tecnologici) e nel Travel Deal Tuesday (il martedì dei viaggi).

UN GIRO D’AFFARI MILIARDARIO. La corsa all’acquisto scontato nel 2016 ha generato negli Stati Uniti e solo online qualcosa come 3,34 miliardi di dollari con un incremento del 21,6% rispetto al 2015. Mentre la shopping week che sta per cominciare secondo le stime della National Retail Federation (la Confcommercio Usa) dovrebbe immettere nell’economia statunitense la cifra record di 680 miliardi di dollari, il dato più elevato di sempre.

In Italia si infrangerà il muro degli 800 milioni

Amazon 151127155819

Un dipendente di Amazon.

In Italia non esiste propriamente il Black Friday. Solo alcune catene di supermercati (in genere del settore tecnologico) si stanno adeguando. Chi è alla ricerca di sconti su altri tipi di prodotti deve rivolgersi a Internet. Il pericolo è che il boom di acquisti sul web si trasformi in concorrenza sleale per i commercianti tradizionali. Per questo il Codacons, lo scorso 17 novembre, ha rivolto un appello al governo e alle Regioni perché venga introdotta «una giornata di sconti straordinari in tutti i negozi» con l’obiettivo di «creare occasioni di acquisto e ridare fiato al commercio».

BOOM DI PRODOTTI HI TECH. Ma quanto vale il nostro Black Friday 2.0? Secondo un recente studio condotto dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano nel 2017 si infrangerà il muro degli 800 milioni di euro spesi negli store online e verrà segnato un altro importante record: gli acquisti di prodotti supereranno quelli di servizi, 52 a 48. A trainare la prima categoria soprattutto i gadget tecnologici (console, smartphone, tablet), a combattere per la sopravvivenza della seconda, i viaggi. L’Associazione a difesa dei consumatori Aduc ha recentemente svolto un sondaggiosecondo il quale il 30% degli italiani ha già il proprio indice puntato sul tasto “invio” della tastiera per lanciarsi negli acquisti, con una disponibilità di spesa che in media si aggira sui 250 euro.

AMAZON PIACENZA IN SCIOPERO. Quest’anno però il venerdì degli acquisti potrebbe riservare anche qualche sorpresa: i lavoratori del centro Amazon di Piacenza hanno deciso di incrociare le braccia frammentando in turni. «Non c’è stata da parte di Amazon Italia», hanno denunciato i sindacati, «alcuna apertura concreta all’aumento delle retribuzioni o della contrattazione del premio aziendale, considerando anche la crescita enorme di questi anni. I ritmi lavorativi non conoscono discontinuità, le produttività richieste sono altissime e il sacrificio richiesto non trova incremento retributivo oltre i minimi contrattuali».

Truffatori 2.0 all’agguato: come non cadere in trappola

Internet 150525142033

Un capitolo a parte va dedicato alle truffe. Molti siti fasulli riproducono la grafica degli originali: per questo è meglio controllare l’url e le estensioni alla ricerca di particolari sospetti (ebay può diventare ebaj, Amazon Annazon). In particolar modo, bisogna prestare attenzione al browser quando si apre la pagina in cui inserire i dati della carta di credito: deve essere crittografata, cioè deve riportare la sagoma di un lucchetto accanto all’url del sito che dovrà iniziare per “https” e non “http”. Negli store italiani il sigillo Netcomm è sinonimo di garanzia anche se può essere facilmente riprodotto quindi, prima, consultate questa lista.

OCCHIO AL PHISHINGOcchio anche al phishing: mail esca con link nocivi che portano l’utente su siti in cui vieme rapinato dei dati. Talvolta i virus inviano una moltitudine di mail con un oggetto da richiamo – del tipo: «Ho appena fatto un ottimo affare qui» – senza che il mittente ne sia consapevole, perciò non basta cestinare la posta spam ma occorre prestare attenzione anche alle mail dei contatti, soprattutto se usano un registro linguistico che non è il loro o se l’italiano è zoppicante. Ultimo, ma non per importanza: vanno aggiornati gli antivirus e segnalati alla Polizia Postale eventuali siti sospetti.

ALIBABA FA IL PIENO. Novembre si conferma il mese dello shopping, visto che l’11 – l’11-11 – è il Single’s Day visto il quartetto di “uno” che rimanda, appunto, ai cuori solitari. Dal 2009 è la risposta cinese al Black Friday: i single (il cui numero crescente costituisce un vero e proprio problema nazionale) per un giorno possono mettere da parte le pene d’amore e distrarsi con lo shopping selvaggio. Nel 2017 il colosso digitale Alibaba ha incassato 25,3 miliardi di dollari in 24 ore: più di 1 miliardo l’ora.

Sorgente: Black Friday: numeri, storia e guida anti-truffe – Lettera43.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •