Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

Alla conferenza programmatica di Napoli un Pd lacerato mette in scena una pace inesistente. Gentiloni ingoia lo schiaffo del Cdm sul caso Visco disertato dai renziani e corre a omaggiare il segretario: il capo sei tu. Ma in attesa del voto siciliano il partito precipita nei sondaggi

Monaco (Pd): «A Bersani e Grasso dico: con Bonino, e con il Pd, un nuovo Ulivo»

Daniela Preziosi

Il prodiano non pentito: In Mdp ci sono sensibilità diverse: quella che all’ingrosso si può intestare a Bersani, più pragmatica, riformista e incline a una sinistra di governo. E l’altra, mi pare intestabile a D’Alema, più proiettata su una sinistra minoritaria, identitaria e antagonista, che in una logica proporzionalista dice: ce la vedremo dopo. Ma chi davvero non vuole rassegnarsi alla sconfitta deve arricchire e differenziare l’offerta del centrosinistra.

Roma

Raggi dà il via libera al «Pentagono italiano»

Giuliano Santoro

Nel parco archeologico di Centocelle (zona sudorientale della capitale) la Difesa sta costruendo il comando per le missioni all’estero. Si allargherà anche l’aeroporto militare. A rischio ville romane ed ettari di verde che furono protetti da Veltroni. Manifestazione di cittadini e comitati contro «l’omertà» del comune e del municipio 5s

Commenti

Spagna, due minoranze sull’orlo del precipizio

Massimo Serafini, Marina Turi

La minaccia indipendentista è diventata il nemico perfetto di cui aveva bisogno il governo per continuare indisturbato il massacro sociale e ambientale e le sue politiche di corruzione. L’esile speranza di fermare questa corsa verso il precipizio è legata alla capacità di variare gli obiettivi e l’orientamento delle mobilitazioni

Sanzioni Usa contro Hezbollah fanno vacillare il Libano

Michele Giorgio

Washington colpisce il movimento sciita perché sostenuto dall’Iran ma a soffrire è tutta l’economia libanese. Intanto uno “scoop” di una Ong Usa parla di finanziamenti a Hezbollah transitati per un grande istituto di credito della RDC

Un ordinario week end di terrore a Mogadiscio

Gina Musso

Al Shabaab ancora all’attacco, dopo i 400 morti del 14 ottobre. Bersaglio l’hotel Nasa-Habloid, dove era in programma il meeting anti-islamisti tra il presidente Farmajo e i leader regionali

Reportage

Dalla piazza alla cella, il Rif non vuole tacere

Davide Lemmi

La repressione del governo ha messo fine a un anno di manifestazioni nella regione. Ma resta viva la rabbia per una disuguaglianza strutturale. La protesta si sposta in carcere: 35 prigionieri in sciopero della fame da oltre un mese

Cultura

Lessico famigliare interno al Pci

Livia Turco

«Al lavoro e alla lotta», il libro di Franca Chiaromonte e Fulvia Bandoli: il glossario è una «lezione vivente», per ricordare che il discorso politico non si riduce a un tweet

Visioni

Guccini riavvolge i nastri

Fabio Francione

Riapre dopo trent’anni di «riposo» l’Osteria delle Dame, storico locale della Bologna che non andava mai a dormire. E la tessera n°1 va a uno dei suoi vecchi frequentatori abituali

Alias Domenica

Le metamorfosi del maiale

Tommaso Pincio

In una prosa lenta, ruvida, solenne, Jean-Baptiste Del Amo racconta in «Regno animale» (Neri Pozza) il passaggio dal ritmo delle stagioni al ciclo violento dello sfruttamento

Asawa, coccole metalliche e enigmatiche

Tommaso Mozzati

Nel nuovo allestimento del Whitney Museum, nelle aste e nelle gallerie, l’arte dell’artista americana-giapponese: fra ambiguità percettiva di radice Bauhaus (fu allieva di Albers) e umiltà artigianale

Sessantotto in absentia

Stefano Chiodi

Ester Coen, la curatrice, opta per una presentazione distaccata fedele alla proteiforme energia sperimentale dell’arte di quel momento, ma rischia di occultare la radicalità politico-ideologica

Consolo, la mafia non è fiction

Niccolò Scaffai

Gli articoli su Cosa nostra di Vincenzo Consolo, ora raccolti da Bompiani, vanno riletti come un libro di storia: contro le deformazioni

Il viaggio degli schiavi nel sottosuolo della coscienza

Giorgio Mariani

Costruito come una postmoderna «neoslave narrative», l’ultimo romanzo dello scrittore americano rivisita in chiave romanzesca il genere, non più per sostenere la causa abolizionista ma per interrogarsi su come ricordare quella pagina tragica della storia americana

Jarry, iconoclastia di uno scervellato

Pasquale Di Palmo

Fu soprattutto «Ubu Re», ora ritradotto e illustrato da Andrea Rauch (Gallucci), a segnare la fortuna del drammaturgo francese, che si era ispirato a una farsa allestita da due studenti liceali di Rennes

Identità sessuale e questione razziale, cambio di fuoco

Luca Briasco

I tre ultimi titoli della riscoperta di James Baldwin: Fandango annuncia la riedizione di tutti i romanzi a partire dal secondo, «La stanza di Giovanni»; Racconti edizioni ripropone «Stamattina stasera troppo presto»; e Playground Press «Congo Square»

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing