Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Marsiglia, il fratello del killer dà l’ok per il trasferimento in Francia – Rai News

In ambienti giudiziari, il comportamento di un arrestato che non si oppone al trasferimento è considerato non comune

09 ottobre 2017

Anis Hannachi avrebbe accettato, senza opporsi, il trasferimento in Francia. È quanto si apprende dopo l’udienza di convalida del mandato di arresto europeo per il fratello del killer di Marsiglia, di fronte ai giudici della Corte di Appello e ad un magistrato della Procura generale di Bologna.Un comportamento considerato strano, o quantomeno non comune: a questo punto la Corte emetterà un provvedimento, anche se non è ancora chiara la tempistica della partenza del nordafricano per la Francia.Chi è Anis HannachiUn convinto jihadista, foreign fighter nel teatro siro-iracheno e probabile “cattivo maestro” del fratello Ahmed, responsabile dell’omicidio di due cugine a Marsiglia lo scorso 1 ottobre. È il ritratto di Anis Hannachi, il tunisino arrestato l’altra notte a Ferrara mentre, in bici e senza documenti, percorreva le vie del centro. “Sono algerino”, ha provato a dire ai poliziotti della Digos dopo aver declinato generalità false, ma l’incrocio con impronte e foto segnaletiche ha scoperto presto il bluff. Era tra i tunisini respinti e rispediti nel Paese di origine nell’ottobre 2014 perche’ “irregolari”.A che punto è l’inchiesta Il punto è stato fatto al Viminale nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Franco Roberti, e i vertici investigativi di Polizia e Carabinieri. “Le indagini sono tuttora in corso, e ci aspettiamo importanti sviluppi – ha premesso Roberti – ma al momento, Anis non sta collaborando e non sono stati fermati altri familiari”.In Liguria il 4 ottobreSecondo le informazioni provenienti dalla Francia, il giovane avrebbe potuto essere in Italia dal 27 settembre, ma in realtà “la prima traccia certa della sua presenza nel nostro Paese data 4 ottobre, in Liguria”. È ancora da chiarire che cosa abbia fatto nei gironi precedenti, e che cosa lo abbia portato nel nostro Paese, “ma quello che ha moltiplicato i nostri sforzi per rintracciarlo- ha spiegato Claudio Galzerano, direttore della divisione antiterrorismo internazionale dell’Ucigos – è la circostanza che di recente, sempre secondo i colleghi francesi, avesse raccontato ai suoi amici di ‘essere stanco’, di ‘trovarsi in difficoltà”, di ‘non farcela più ad andare avanti’.

Sorgente: Marsiglia, il fratello del killer dà l’ok per il trasferimento in Francia – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing