Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Volkswagen a caccia di cobalto per l’auto elettrica

Volkswagen ha aperto una gara per procurarsi ingenti forniture di cobalto, metallo impiegato nelle batterie per veicoli elettrici. La notizia,

riportata dalla Reuters, è stata confermata dalla casa automobilistica tedesca, che senza scendere nei dettagli ha ammesso che la gara è «tra le più grandi nella storia dell’automotive, con un volumi totali per oltre 50 miliardi di euro». Il metallo, prosegue Vw, «servirà a soddisfare le necessità del gruppo per la prima fase di mobilità elettrica», che richiederà batterie con capacità di almeno 150 Gwh l’anno entro il 2025.

Investita due anni fa dallo scandalo Dieselgate, Volkswagen si è mossa in ritardo rispetto ad alcuni concorrenti sul fronte e-mobility. Ma la svolta è stata netta. Il gruppo, che controlla anche i marchi Audi, Seat, Skoda e Porsche, intende mettere sul mercato 80 nuovi modelli elettrici o ibridi entro il 2025.

Fonti nell’ambiente minerario hanno riferito alla Reuters che la gara riguarda forniture di cobalto per 10 anni a partire dal 2019, per una quantità stimata tra 24 e 36 milioni di kg l’anno.

Tra le condizioni ci sarebbe la certificazione che il metallo non sia stato estratto da manodopera infantile. Il rischio è concreto, visto che il 65% del cobalto oggi proviene dalla Repubblica Democratica del Congo.

In totale la produzione mondiale ammonta a circa 100mila tonnellate l’anno e i consumi in continuo aumento potrebbero presto spingere il mercato in deficit. Sostenuto anche da fenomeni speculativi di accaparramento, il prezzo del metallo è triplicato in due anni, fino a circa 30 $/kg, il massimo da ottobre 2008.

Sorgente: Il Sole 24 ORE

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *