Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Università – Spariti gli studenti e il rettore, “giallo” sul gemellaggio con Dakar | Liguria | Genova | Il Secolo XIX

Genova – Quattro studenti senegalesi accolti a frequentare gratuitamente un semestre all’Università di Genova. Il loro rettore ricevuto con tutti gli onori in via Balbi. Tutto sulla base di un accordo firmato alla fine del 2016 che sanciva il gemellaggio tra l’Université Internationale des Diasporas Africaines di Dakar e quella di Genova. Accordo ampiamente pubblicizzato anche sulla newsletter dell’Ateneo insieme alle foto, e alla storia, dei quattro studenti senegalesi: Ndeye, Amadou, Pape e Mamour arrivati in città all’inizio di quest’anno. Solo che era tutto falso. Il rettore dell’Università di Dakar non è mai venuto in Italia, tanto meno a Genova. E il suo Ateneo non ha mai sottoscritto accordi con quello genovese. Degli studenti, poi – non è chiaro se vittime di un raggiro del finto rettore o complici che volevano solo ottenere il visto per entrare in Italia – si sono perse le tracce.

La vicenda, con i contorni di un giallo, sta creando non poco imbarazzo e una certa inquietudine in via Balbi. Sul caso, sta compiendo i primi accertamenti la Digos: «È una vicenda surreale e inquietante di cui non abbiamo capito lo scopo – commenta il rettore, Paolo Comanducci – se si tratti di una messa in scena attuata per questioni di immigrazione o di qualcosa di più grave. Aspettiamo gli accertamenti della polizia a cui abbiamo fornito tutti gli elementi a nostra disposizione».

«Tutto è cominciato alla fine del 2016 – racconta il prorettore alle relazioni internazionali dell’Ateneo, Andrea Trucco che ha incontrato personalmente i finti emissari dell’Università senegalese – Siamo stati contattati da un responsabile delle relazioni internazionale dell’Università di Dakar che ci ha proposto il gemellaggio. Abbiamo sottoscritto gli accordi e, all’inizio di quest’anno, abbiamo accettato i primi quattro studenti. I quali, come tanti studenti stranieri, hanno iniziato a frequentare i corsi di Italiano. Poi, a giugno, lo stesso responsabile per le relazioni internazionali è tornato all’Università per presentarci il rettore e cementare i rapporti. Nel frattempo avevamo ricevuto e accettato le domande di altri studenti per ulteriori semestri a Genova».

Il caso è venuto alla luce la settimana scorsa, quando l’Ambasciata italiana a Dakar, che evidentemente ha notato qualcosa di sospetto nelle richieste di visto degli studenti africani, ha contattato gli uffici di via Balbi. Spiegando di aver fatto accertamenti all’Università di Dakar e di aver scoperto che il rettore, quello vero, era ignaro di tutto. Solo il presunto responsabile delle relazioni internazionali, aveva effettivamente lavorato per l’Università, ma solamente in passato.

Sorgente: Università – Spariti gli studenti e il rettore, “giallo” sul gemellaggio con Dakar | Liguria | Genova | Il Secolo XIX

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *