Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Spagna, blitz della Guardia Civil: arrestato braccio destro del Vicepresidente della Catalogna – Rai News

14 arresti. Puigdemont: oltrepassata linea rossa, referendum si fa. Rajoy: era l’unica risposta possibile alla sfida indipendentista. Sale la tensione migliaia in piazza a BarcellonaTweet Catalogna: Madrid sospende anche legge per ‘scissione’ Catalogna, “probabilmente” il referendum non si farà La Catalogna annuncia il referendum sull’indipendenza. Secca replica di Madrid: “E’ illegale” Spagna, la Catalogna ci riprova: referendum sull’indipendenza il 1 ottobre20 settembre 2017Brusca accelerazione della crisi istituzionale catalana. Il presidente catalano Carles Puigdemont ha convocato una riunione urgente di tutti i suoi ministri dopo il blitz della guardia civil spagnola a Barcellona, che ha compiuto 22 perquisizioni nelle sedi del governo catalano. Arrestate 14 persone fra le quali due stretti collaboratori del vicepresidente catalano Junqueras. In manette il braccio destro del VicepresidenteIl segretario generale economico e braccio destro del vicepresidente Oriol Junqueras, Jové, è stato arrestato dopo perquisizioni nella sede del ministero dell’Economia catalano, che dipende dalla vicepresidenza. Madrid, che sta intensificando la pressione per impedire il referendum sull’indipendenza catalana indetto per il primo ottobre, in quanto anticostituzionale, aveva già esautorato il governo catalano nelle sue competenze finanziarie. Secondo il quotidiano La Vanguardia, gli uomini della Guardia Civil hanno perquisito altri due ministeri, Esteri e Affari sociali. Puigdemont, oltrepassata linea rossa, referendum si faIl governo spagnolo “ha oltrepassato la linea rossa” e “si è convertito in una vergogna antidemocratica”. Lo ha detto il presidente della Generalita di Catalogna, Carles Puigdemont, in una dichiarazione alla stampa. Puigdemont ha confermato che il 1 ottobre il referendum sulla indipendenza catalana si farà e ha chiamato i cittadini catalani a “dare una risposta ferma, con un’atteggiamento civile e pacifico” “Le libertà sono di fatto sospese e represse – ha detto Puigdemont – il governo ha di fatto instaurato uno stato di eccezione”.Puigdemont ha parlato di “arresti indiscriminati, e di intimidazioni”, una situazione inaccettabile in democrazia, con un governo che pretende di sospendere lo stato di diritto”. “Condanniamo l’attitudine totalitaria e antidemocratica del governo – ha aggiunto – che ha mostrato il suo volto repressivo e consideriamo illegittima la sospensione da parte di un governo che non rispetta principi fondamentali della democrazia. Il governo ha oltrepassato la linea rossa e si e’ convertito in una vergogna democratica”, ha aggiunto. “Di fronte a un regime repressivo e intimidatorio convochiamo i cittadini affinche’ il 1 ottobre diano una pacifica e civile, cosi’ faremo valere la legittimità democratica”. Junqueras: “Queste cose non accadono in nessuna democrazia occidentale””Queste sono cose che non succedono in nessuna democrazia occidentale. Ci sono arresti in strada senza mandati d’arresto”, ha denunciato Junqueras al quotidiano catalano. La Guardia Civil ha perquisito nove uffici di diversi ministeri del governo regionale, nell’ambito delle pressioni del governo di Madrid di impedire il referendum del primo ottobre sull’indipendenza.Gente in piazza grida: “Vergogna”Migliaia di persone stanno scendendo in piazza contro gli arresti. Alcuni manifestanti hanno polemicamente deposto di fronte agli agenti della polizia spagnola un’urna elettorale. Un gruppo di manifestanti ha anche circondato un’auto della Guardia Civil urlando “fuori le forze di occupazione”. “Convochiamo una mobilitazione in Catalogna perché siamo in un momento grave di attacco alle libertà”, ha dichiarato Xavier Domènech, portavoce al Parlamento di En Comu Podem, il partito della sindaca Ada Colau, che insieme ad altri deputati catalani ha lasciato l’aula dopo la notizia degli arresti. “Alcuni di noi stanno andando in Catalogna, altri rimarranno a Madrid per coordinare le cose”, ha aggiunto, sottolineando la necessità di una “reazione unitaria e serena”. Anche il portavoce di PdeCat, il partito democratico catalano europeo, Carles Campuzano ha denunciato “un tentativo di umiliazione della società catalana ed un attacco sistematico al governo catalano”.Decine di persone si stanno concentrando davanti alla sede del governo catalano nel centro di Barcellona per denunciare il blitz della guardia civil Spagnola contro le istituzioni catalane. La folla grida “indipendenza!”, “vogliamo essere liberi”, “vergogna!”.Rajoy: “Era l’unica risposta possibile”Dal canto suo il premier spagnolo Mariano Rajoy ha detto davanti al Congresso dei deputati dopo il blitz della Guardia civil contro il governo catalano che la risposta alla sfida indipendentista di Barcellona “non può essere diversa da quella decisa”. “A nessuno piace questa situazione, e a me neppure” ha aggiunto, chuidendo ai secessionisti di fare un passo indietro e di rispettare la Costituzione.Polizia sequestra milioni di schede del referendum La polizi

Sorgente: Spagna, blitz della Guardia Civil: arrestato braccio destro del Vicepresidente della Catalogna – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *