Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna stampa di venerdì 8 settembre 2017 a cura di uboot96 – nuovaresistenza

Rassegna stampa di alcuni tra i maggiori quotidiani nazionali  in edicola oggi venerdì 8 settembre 2017 a cura di uboot96

E’ una data l’8 settembre da sempre significativa per la nascita della Repubblica Italiana. D’obbligo gli Auguri.

Sul Fatto Quotidiano questa mattina troviamo l’ennesino urlo dei partiti che vogliono l’uscita dei partiti politici dalla Rai, roba vecchia che non fa un buon brodo che regolarmente sentiamo ventilare e mai realizzare dal politico di turno. * Scandalo finanziario con la banca americana Morgan Stanley che ha 3 miliardi di euro di evasione fiscale e che vorrebbe appianare il debito dando solamente 30 milioni, non si potrà dire che los americanos non sappiano fare… due conti.

* Trovano conferma le torture inflitte nei campi, direi lager, per migranti in Libia. Medici senza frontiere (Msf) denucia il fatto presentando prove inappuntabili alla UE che risponde sapendo che ha dato soldi ai vari rais/capo clan beduini e quanto sia necessario il “filtro” immigrati sulle sponde africane del mediterraneo.

* Pisapia in Sicilia all’alba delle elezioni regionali se vuole avere una possibilità di rappresentanza deve accordarsi con i capo-clan politici ex DC, niente di nuovo nel magno sacco dell’isola, tra capo-corrente, Alfano e capo-bastone che pascolano liberamente dentro e fuori l’ARS a Palermo; sempre pronti a benificiare di spese assurde accordate in vicinanza della competizione elettorale a boss, padrini provinciali e politici improvvisati per la bisogna.

* Sempre in prima pagina troviamo anche un’analisi dettagliata della trasformazione del M5S non più quale forza dirompente tra vaffa e denuncie di mala politica, ma immerso ormai dentro il carrozzone politico anche il movimento nato tra i berci e gli insulti del comico Beppe Grillo (che faceva meglio ad occuparsi di satira & comicità, due cose incompatibili per il pulcino di Pippo Baudo) si muove ormai come un “vecchio e abusato” partito politico della prima repubblica, tra impovvisazioni e pressapochismo.

Anche il Manifesto apre a tutta pagine sullo scandalo libico dei centri di prima accoglienza denunciando i capo-clan beduini di malaffare e atrocità. Tutto nasce dall’improvvisata e maleaccorta fine del colonello Gheddafi e i politici italiani ne sono i più grandi responsabili, permettendo il “lavoro sporco” ai servizi segreti francesi seguiti dall’intervento militare che ha distrutto con la morte del “vecchio rais-beduino” l’equilibrio che aveva saputo instaurare tra le altre tribù libiche. Gheddafi riuniva l’animus libico e dispensava favori che la vendita del petrolio permetteva. Oggi tutti vogliono sostituirsi a lui che ebbe bisogno di 20 anni di spietata opera “moralizzatrice” prima di riuscire a fare di Tobruck, Bengasi e Tripoli delle capitali accettate nei convegni internazionali. Quelli presenti oggi al tavolo petrolifero libico vogliono arricchirsi velocemente e non hanno alcuna attenzione per il popolo libico. Ripeto,  grande è la responsabilità della politica italiana.

* Gli uragani sono una costante negli Stati Uniti, sempre distruttori di ambienti e mai prevedibili per la virulenza delle forze naturali scatenate che sono anche favorite dal poco che viene fatto per prevenzione e nella cura dei territori. Il conto dopo “Harvey” si è fatto salato e l’amministrazione Trump dovrà stornare fondi di spesa progammati come ragalo ai capitani di industria USA per fare fronte ai gravi disagi e alle morti accadute alsuo passaggio. E adesso si avvicina l’uragano “Irma” che sembra ancora peggiore.

.

Sul quotidiano la Repubblica in prima pagina campeggia il varo delle nuova legge sulle intercettazioni, che in qualche misura aveva rivelato aspetti malavitosi dei politici ascoltati, figuriamoci hanno chiesto e ottenuto garanzia che rimaranno taciute le loro intenzioni di ruberie e interesse personale trasformato in interesse politico.

* L’anima della Catalogna spagnola che va a spezzarsi rivelata e analizzata nell’affrontare il referendum politico che la staccherebbe dalla madre-patria. Barcellona e la costa affrontano un delicato tema politico che è tendenza disgregante in tutta l’Europa. Da una parte si prova a fare del Continente un unica Nazione, dall’altra si creano ancora purtroppo, isole di secessione e individualismo politico. Frammentazione di stati sovrani, regola corporativa di città, paesi e villaggi che tornano all’inizio della propria storia di unità. Buona fortuna!

* La violenza caratterizza questo momento storico e la violenza contro le donne sembra aver trovato nuova violenza e patologia dell’uomo che va a farne abuso come se la donna fosse oggetto, trastullo e il sesso azione primaria dell’individuo. Le donne difese solamente dalle forza dell’ordine e dalla legge. Ma quando sono due rappresentanti delle forze dell’ordine che dovrebbero garantire la loro sicurezza diventa un oscuro fatto antropologico al di la della legge e della terapia. E’ quanto viene rivelato di un caso a Firenze contro due turiste americane. * Migarnti e la denuncia di Msf, elezoni regionali in Sicilia e vaccinazione obbligatoria chiudono le notizie da prima pagina del quotidiano nazionale edito a Roma.

.

Il quotidiano torinese la Stampa ci offre la buona novella dell’invio delle forze ONU in Libia, azione mirata a garantire ordine e sicurezza nei campi profughi e osservazione della stabilità politica dell’area per tranquillizzare i petro-dollari del Mondo.

* La parodia dei fasciti d’antan che vorrebbero stabilire festeggiamenti annuali per l’anniversario della vecchia marcia su Roma che tanta rovina e sofferenza ha regalato al nostro Paese. Fanno ridere, ma non è strano si ripresentino in questo momento storico-politico e fanno pena perché dimostra che la scuola e l’apprendimento sono scatola vuota in cervelli vuoti. Come dicevano antichi saggi: ” non c’è peggior sordo di chi non vuole senire” aia aia!! * Barricate di sicurezza e conta delle vittime a Miami per l’uragano Irma che ha colpito le isole caraibiche e che s’appresta a “visitare” la Florida. * Attenzione alle mosse del Governatore della Bce Mario Draghi che è il vero equilibratore di ricchezza & povertà dell’Unione Europea.

.

Il Corriere della sera offre nella sua prima pagina l’avvertimento dato a Pisapia alle forze politiche che ne fanno riferimento, di un suo possibile abbandono dalla tenzone se continuano bagatelle e divisioni all’interno del suo schieramento politico. Manche rebbe del suo ingegno la Sicilia?! * Preoccupazione e impegno nell’economia UE da parte del governatore della Bce Mario Draghi, la tempesta Irma in arrivo sulle coste della Florida e la moratoria vaccini nelle scuole del Veneto le altre notizie più importanti del quotidiano di via Solferino.

Il motto di oggi é: ” chi vivrà vedrà”! A bientot camarades!

  • La colonna sonora di questa rassegna stampa é ” Il suo nome era Cerruti Gino”

……………………………………………………………………………………………………………………

A seguire troverete articoli di approfondimento sui vari argomenti, le notizie da alcuni quotidiani locali e da siti web di informazione e dai maggiori giornali esteri. Non senza ricordare la possibilità di  ascoltare in diretta il  notiziario di Radio Popolare  –  da NR a Radio popolare 

Buonagiornata  e buona lettura di NUOVA RESISTENZA antifa’ il contenitore quotidiano dell’ informazione e della controinformazione. CiaO e buona resistenza sempre.

by uboot96

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *