Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna stampa di Sabato 16 settembre 2017 a cura di uboot96 – nuovaresistenza

Rassegna stampa di alcuni tra i maggiori quotidiani nazionali  in edicola oggi Sabato 16 settembre 2017 a cura di uboot96 – Andiamo insieme a leggere le prime pagine.

Le prime pagine dei quotidiani questa mattina aprono quasi tutte con il preoccupate caso Consip che non riguarda più solamente affari e affarucci della famiglia Renzi, ma a detta del Dazzi c’è stato un tentativo di golpe. Colpo di Stato all’italiana con intermezzi paninari e presunti attori del Putsch che all’oggi paiono incapaci di organizzare una rissa in un bar malfamato. E naturalmente in questo minestrone fa da “carota” anche la Lega nord de’ l’altro Matteo.

E così sul Fatto Quotidiano campeggia con questo presunto tentativo come una manovra dell’allora premier Matteo Renzi per impedire una inchiesta verso Consip dove anche suo padre Tiziano Renzi sembra essere coinvolto. Carabinieri compiacenti, stato dell’arte peggiore dei conti dello Stato e anche quel PM Woodstock che aveva in altri momenti suscitato una vera simpatia, anche senza riferimenti musicali del suo arzigolato cognome sembra esservi aggrovigliato.

* Nel Movimento 5 Stelle le “regionalie” un termine peggiore era davvero difficile trovare? con alcune testine very ignorant che berciano forse era possibile trovar di meglio. Comunque la “resa dei conti” appare probabile, chi vince si prende tutto come non si parlasse di uno spontaneo movimento politico cresciuto tra la gente, ma di una mano di poker… francamente squallida. Vedremo Di Maio o Di Battista o Di Meglio diventare infine segretario di un movimento che ormai si porta dietro tutti i difetti di un partito.

* Londra e i continui attentati terroristici pro – Isis è motivo di grande preoccupazione in tutta Europa e lo scontro che sul campo siriano sembra concluso, nelle strade e contro i grandi assembramenti di persone invece è ancora un primo attore, difficle da individuare per il carattere “privato” che l’azione intende.

 

Anche su’ il Manifesto la pagina centrale è dichiarata sullo scontro tra i renziani e i carabinieri per il presunto tentativo di colpo di stato e i conti falsi della Consip, dove la  “famiglia” è in prima linea nell’affaire e nel disastro conseguente. Ci si gioca una fetta di credibilità politica, che francamente andava evitata anche per l’esteso coinvolgimento di personaggi non di poco conto. Anche quel “capitano, ora colonello Ultimo” ne sembra coinvolto. Una Italia a “marcetta” pare di sentir le sciabole uscire dai foderi, la “fedelissima” sarebbe tra i principali interpreti di un film che sembra da operetta.

* Minniti ministro dell’Interno che continua a brigare con la Libia, Salvini a cui hanno chiuso i conti e la innaturale naturale mancata inchiesta sulle truffe bancarie accompagnano i tentativi delle Corea del Nord di mettere a fuoco il Mar del Giappone e la soverchiante ingerenza del Presidente Trump… chiosa il quotidiano comunista come pout-purry di notizia.

.

Il Corriere della sera sottolinea l’attentato di Londra con gravi danni a cose e persone nella London tube, ennesimo attentato Isis nella capitale inglese che tiene in allarme tutte le cancellerie europee. * Il caso Renzi – Consip è all’ordine del giorno con i suoi poco chiari risvolti, tra truffe e insabbiamenti prima durante e purtroppo anche dopo le intenzioni elettorali del nostro Paese.

* La pagina si chiude tra le infezioni di una zanzara tirgre portatrice di infezioni pro vaccini e la risoluzione nel M5Stelle delle sue incertezze politiche in vista delle intenzioni di voto. Politica la passo del tempo si può ben dire: “Piove? Governo ladro”! tuonano dalla segreteria. Grillo pare arrivato alla fine della carriera politica, infine tra incertezze, ignoranza sparsa e disinformazione. Forse lo riscopriremo “migliore” come comico. Fare il capo-clan non è proprio la sua traccia migliore.

.

la prima pagina de’ La Stampa va in tutt’altra direzione. La manovra economica del Governo apre la sua diretta informazione e così anche il governo Gentiloni va ad assomigliare ai governi della Prima Repubblica, che non sapevano mai bene quanto poter e dover spendere per “incasinare” i conti del Paese e non accontentare mai, o poco le “corporazioni economiche” italiane. * Viene dalle Regioni con in testa la Puglia e il governetore Emiliano la possibilità della marijuana a diventare terapeutica e di Stato anche per gli introiti economici che aiuterebbero proprio quelle regioni produttrici. Anni fa ho saputo che se la resa di un ettaro seminato a grano è di 90, coltivare lo stesso ettaro a cannabis fa 900. Insomma è un gran bel risultato in denaro supplementare per fare “altro” in tutte le Regioni italiane. Il Ministero della Salute pare propenso ad appoggiare la richiesta dei governatori.

* Le donne dei boss che sconfessano i “capi” è pagina interessante e argomento peculiare a molti fatti “altri” della politica nostrale. * E se la paura ti sorprende sotto terra? Ci si chiede pensando all’attentato nel london tube, la metropolitana è un luogo oscuro e lontano dalla chiara luce salvifica della capitale inglese e “turbe” da sottosuolo sono un antico retaggio umano, mai sopito che ricorda bruscamente trincee e scavi delle guerre mondiali.

.

Dalla Repubblica ci viene fatto sapere quanto sia virtuosa una sola pensione, le differenze di genere sono fuori luogo per quanto riguarda il lavoro e la parità di genere che è stata sancita anche dalla Costiruzione.

* Altra virtuosa “compagna” quell’Angela Merkel che si è guadagnata i galloni di statista più lungimirante dell’Europa, la grosse Deutcheland sembra un modello di buona conduzione statale e di efficiente organizzazione anche politica… se non fosse che da destra le nostalgie tutte diverse da quelle italiane, spesso rumoreggiano per le strade. Ma la democrazia antifascista è così ben radicata in terra tedesca che anzi dovrebbe l’Italia prendere a modello quelle leggi e istituzioni che non permetteranno più a forze oscurantiste di far tornare indietro il Paese. La Merkel come garante.

* Democrazia anormale, i problemi irrisolti del movimento 5 stelle e la percezione inglese di essere tornati al tempo dell’I.R.A. che era, è il movimento anti inglese che nell’Irlanda del nord osteggiava fieramente le “armi” di sua Maestà, qualche decennio passato.

buon sabato a tutti, ai belli e ai brutti.

La colonna sonora di questa rassegna stampa é dei Pink Floyd – Wish You Were Here

…………………………………………………………………………………………………………………………

A seguire troverete articoli di approfondimento sui vari argomenti, le notizie da alcuni quotidiani locali e da siti web di informazione e dai maggiori giornali esteri. Non senza ricordare la possibilità di  ascoltare in diretta il  notiziario di Radio Popolare  –  da NR a Radio popolare 

Buonagiornata  e buona lettura di NUOVA RESISTENZA antifa’ il contenitore quotidiano dell’ informazione e della controinformazione. CiaO e buona resistenza sempre.

by uboot96

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *