Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Nardella accoglie Theresa May: “Spero che Firenze possa ispirarla” – firenze.repubblica.it

firenze.repubblica.it – Nardella accoglie Theresa May: “Spero che Firenze possa ispirarla”.

Il sindaco ha donato alla premier britannica il fiorino d’argento, l’antico euro del XIII secolo. Un centinaio di inglesi protestano contro la Brexit  – di ERNESTO FERRARA

“Hands off our rights, hands off our rights”, giù le mani dai nostri diritti chiedono in coro i cento attivisti che si ritrovano in piazza Santa Maria Novella per protestare contro il primo ministro Theresa May, arrivata a Firenze per tenere un discorso sulla Brexit.

Cittadini inglesi che vivono in città o in altre parti della Toscana sono infuriati con la scelta del loro governo del “leave”. Alexander Maddings è di Wolverhampton, 26 anni, insegna inglese alla London school in viale dei Mille da due anni: “May dovrebbe rispondere non solo al suo partito ma ai tanti italiani che perderebbero i diritti, a tanti suoi concittadini come me che non avranno un futuro in Europa, non solo a quel 52 per cento che votò per il “leave”. Io devo il mio presente all’Europa, ho fatto il mio primo stage alle Oblate pagato dall’Unione europea”.

“Europe is my country”, scrive su un cartello preparato su una delle panchine della piazza, una signora inglese da anni residente in Toscana. Numerosi anche i richiami al diritto di voto perduto per i cittadini britannici che vivono in Europa: “Denied a vote, denied a voice”.

New Europeans, organizzazione europea con sede a Londra e a Bruxelles per la difesa dei diritti dei cittadini Ue e della libera circolazione, ha annunciato anche una marcia silenziosa nel centro della città.

“Chiediamo che i diritti dei cittadini Ue in Gran Bretagna e dei britannici in Ue vengano rispettati. Questo vuol dire – afferma Roger Casale di News Europeans – che sia il Regno Unito che l’Unione Europea dovrebbero smettere di negoziare strumentalizzando la vita delle persone, e cominciare invece a lavorare al quadro legale delle garanzie immediate di cui questi cittadini hanno bisogno”.

foto – Firenze, in cento in piazza contro la Brexit: “Not in my name”

Un fiorino d’argento come memento per Theresa May. Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha scelto l’antica moneta fiorentina del XIII secolo per accogliere la premier inglese. Un dono dal potente valore simbolico visto che il fiorino dell’epoca era di fatto l’euro di oggi, una moneta diffusa in tutta Europa.

Il sindaco ha accolto la May all’ingresso delle sale del complesso monumentale di Santa Maria Novella dicendo in inglese: “Primo ministro, le do il benvenuto a Firenze, sperando che la bellezza di questa città sia fonte di ispirazione per il suo discorso”.

Il sindaco ha donato a Theresa May anche un’antica edizione del 1782 della collezione dell’intera opera di Machiavelli donata da Fabrizio Moretti, presidente della biennale internazionale dell’antiquariato.

La sala è allestita con un podio centrale con la scritta “Shared History, shared Challenge, shared Future”. La stessa scritta è anche sul fondale bianco che riproduce una mappa del mondo.

Foto: In cento in piazza contro l’uscita del Regno Unito dalla Ue

Brexit protest during Theresa May’s Florence visit

In prima fila, ad assistere al discorso della premier britannica, ci sono i tre ministri che la accompagnano, Boris Johnson (Esteri), Philip Hammond (cancelliere dello Scacchiere) David Davis (segretario di stato per la Brexit).

Presenti anche, oltre al sindaco di Firenze Dario Nardella,  il sottosegretario all’Ue Sandro Gozi, il prefetto Alessio Giuffrida e altre autorità locali. In platea, tra i 150 ospiti invitati ad assistere all’evento, anche il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, quello della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino, il rettore dell’ateneo fiorentino Luigi Dei.

Sorgente: Nardella accoglie Theresa May: “Spero che Firenze possa ispirarla” – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *