Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

M5S-sinistra, contatti in corso. Ipotesi di governo. Il retroscena clamoroso – Affaritaliani.it

Il progetto della nuova sinistra non è quello di cercare un’intesa di governo post-elezioni con Matteo Renzi e il PdDi Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)M5S-sinistra, contatti in corso. Ipotesi di governo. Il retroscena clamorosoFacebook135TwitterGoogle+LinkedInFlipboardSicilia, De Vincenti con Micari: Sud al centro azione del governoCorsi e ricorsi della storia. Era il marzo del 2013 quando in diretta streaming Beppe Grillo prese (metaforicamente) a schiaffi Pierluigi Bersani, uscito mezzo vincitore dalle elezioni politiche. L’ex leader del Pd aveva tentato di far nascere un governo con i 5 Stelle ma la risposta fu a dir poco negativa. Poi la storia la conosciamo. Bersani se ne va e al Nazareno arriva Renzi con un crescendo di insulti e polemiche quotidiane tra i pentastellati e i democratici. Ora Bersani non è più nel Pd e con il suo Articolo 1-Mdp, insieme a Roberto Speranza e con la regia occulta di Massimo D’Alema, sta cercando di costruire un soggetto politico unitario della sinistra che candidi a Palazzo Chigi Giuliano Pisapia.Dietro le quinte, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, il progetto della nuova sinistra non è quello di cercare un’intesa di governo post-elezioni con Matteo Renzi e il Pd, che semmai “rilancerebbe la grande coalizione con Berlusconi” – dicono da Mdp, quanto cercare di far nascere un esecutivo con i 5 Stelle. L’obiettivo è quello di avere almeno 60-70 deputati e un 30-40 senatori in modo tale da, dopo le urne, offrire a Di Maio, Casaleggio e Grillo un patto di legislatura su alcuni punti chiave di governo. Reddito minimo di cittadinanza, riduzione della pressione fiscale per le fasce più deboli e diritti civili sarebbero i principali temi in comune.Non solo, nelle ultime settimane in Parlamento ci sono stati diversi contatti informali tra parlamentari di sinistra e grillini per iniziare a ipotizzare un percorso comune dopo le prossime elezioni. Ammiccamenti e scambi di idee che, se i numeri lo consentiranno, potrebbero portare all’inedito governo M5S-sinistra con Di Maio premier e Pisapia vice. Come dimenticare che il grillino Mattia Calise, quando Pisapia era sindaco di Milano, votava spesso insieme alla maggioranza in consiglio comunale e quasi mai con il Centrodestra. Insomma, quel tentativo andato male nel 2013 a Bersani in diretta streaming potrebbe tra pochi mesi andare a buon fine, anche se con cinque anni di ritardo. Corsi e ricorsi della storia.

Sorgente: M5S-sinistra, contatti in corso. Ipotesi di governo. Il retroscena clamoroso – Affaritaliani.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *