Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

LA COERENZA-samantha comizzoli

Ieri su facebook ho trovato una notizia che mi ha ricordato il video di Vittorio Arrigoni; quello da Gaza nel quale chiedeva al sionista Saviano “come si fa ad appoggiare israele che brucia centinaia di bambini e nello stesso tempo lottare contro Brusca che ha bruciato un bambino nell’acido?”. Coerenza….
La notizia di ieri è quella che vedete in foto e presa dalla pagina sionista di “progetto dreyfuss”: il magistrato Pier Camillo D’avigo, assieme ad altri magistrati, è stato in quella terra che si chiama Palestina (che viene definita “israele) a piantare gli ulivi in memoria dei magistrati uccisi in Italia.
Anche qui, d’impulso..verrebbe da richiamare la coerenza..
Poi, se uno si ferma un attimo e pensa, capisce che invece sono stati assolutamente coerenti.
E’ coerenza quella di D’Avigo nell’andare in una terra occupata con mezzi nazisti per piantare gli ulivi in memoria dei suoi colleghi. E’ coerenza per chi fa SELEZIONE di vite umane. E’ coerenza per chi imprigiona e toglie la libertà. E’ coerenza per chi approva il 41bis. E’ coerenza per chi toglie i libri a Nadia Lioce in prigione al 41bis. E’ coerenza per chi applica la tortura (quale è il 41bis). E’ coerenza per chi agisce non per pietà, ma per regole create dagli stessi.
Anni fa mi adoperavo per la lotta contro la mafia; e non è che oggi posso pensare che “il nemico del mio nemico diventa mio amico”. Ma si fa un percorso e nella lotta per la libertà si capisce “chi sta dall’altra parte”. Vittorio non ne ha avuto il tempo di fare quel percorso, forse non avrebbe fatto questo tipo di percorso. Non si può dire, l’hanno ucciso e né D’avigo né i magistrati piantano ulivi per ricordarlo o per ricordare le migliaia di morti, uccisi da israele.
Certo è che se anche gli “anti” in Italia avessero la stessa coerenza dei boia, la lotta sarebbe un’altra cosa.
p.s.: possibile che a nessuno sia venuto in mente di chiedere a D’avigo: “perchè per i giudici uccisi sei andato fin là, da israele, a piantare gli ulivi? Cosa centra?”. Io la domanda non gliela faccio perchè la risposta già la conosco e perchè con certa gente non parlo.

Sorgente: samantha comizzoli

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.