Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

#Firenze: La campagna denigratoria contro le vittime stupro – Al di là del Buco

abbattoimuri – #Firenze: La campagna denigratoria contro le vittime stupro. E’ in atto una grave campagna denigratoria contro le vittime di stupro di Firenze

ndr – La stupidità umana non ha un fondo riconoscibile, aumenta di volta in volta…Ora i carabinieri complici di violenze contro il loro stesso popolo (quello italiano da Bava Beccaris al ventennio mussoliniano) sono diventati “bravi ragazzi (a quando: ” …stanno tutti bene!)? E le due “ingenue e improvvide” turiste americane come al solito sono “due bottane”. Non fa piacere riconoscersi in queste affermazioni. Due ragazze ubriache non hanno capacità di capire quanto sta succedendo attorno a loro e semmai dai ” fedelissimi dello Stato” mi aspetterei comprensione e accompagnamento a casa e rifiuto anche se loro avessero fortemente invitato a salire i due non ingenui e non provvidi difensori del bene comune… Purtroppo non succede mai, ogni “lasciata é persa” come dal banale costumato dire…sig! – uboot96

Parlo delle due ragazze stuprate da carabinieri, da quel che raccontano i media. La prima stronzata scritta è che sarebbero assicurate contro lo stupro e dunque starebbero speculando per avere i soldi.

La seconda riguarda una foto messa in circolo dai soliti noti in cui si vedono due ragazze in discoteca, a bere e divertirsi, e in basso una frase che difende gli accusati.

La foto è un fake. Non si tratta ovviamente delle due ragazze vittime di stupro. Anche se così fosse, e non è, in ogni caso il fatto di divertirsi e bere non è ragione per cui chiunque possa stuprarle.

Una ragazza che è ubriaca non è in grado di dare il proprio consenso e gli uomini in divisa, nell’esercizio delle proprie funzioni, dovrebbero ben sapere questa cosa. Dunque casomai questa è una aggravante e non una attenuante.

A chi sta diffondendo questa immagine dico solo che dimostra tutto il suo razzismo e fascismo, giacché contro gli stupratori stranieri non ha messo in atto una campagna del genere.

Per tutti gli altri che seguono a ruota questo tipo di disinformazione, legittimando la cultura dello stupro, direi che dovrebbero farsi un bell’esame di coscienza e considerare che ci vuole poco ad essere complici di stupro.

Basta abbracciare questa cultura sessista, stereotipata e di merda. Nulla di più.

Leggi anche:

Sorgente: #Firenze: La campagna denigratoria contro le vittime stupro – Al di là del Buco

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.