Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

I due carabinieri sono già colpevoli e indegni dell’uniforme – Tiscali Notizie

La loro prospettiva è il licenziamento dall’Arma, la «messa in congedo». E naturalmente il processo penale

di Guido Ruotolo

Partiamo subito dalla notizia che uno dei due carabinieri, assistito dall’avvocato, è andato in Procura, ammettendo di avere avuto un rapporto sessuale con una delle due ragazze americane, ma si è difeso annunciando che «il rapporto era consensuale». Non è l’unica notizia della giornata. A proposito della polizza antistupro che avrebbero sottoscritto le due studentesse americane, violentate – è questa l’ipotesi investigativa della Procura di Firenze che ha iscritto i due carabinieri per violenza sessuale – nella notte tra mercoledì e giovedì a Firenze, l’avvocato di una delle due ragazze spiega che l’università frequentata dalle due stipula alle studentesse (studenti) una polizza generica antiviolenza, senza neppure che le stesse lo sappiano. È un altro petalo delle presunte certezze che cade dal fiore. Insomma, le due studentesse americane erano assicurate senza saperlo.

I tempi delle indagini non coincidono con l’ansia della necessità di avere certezze investigative, delle prove tecniche granitiche che una opinione pubblica sconcertata e naturalmente le vittime della violenza denunciata si aspettano. Succede sempre così, nella immediatezza dei fatti. In assenza di comunicazioni ufficiali, piccoli particolari vengono ingigantiti, ipotesi e supposizioni vengono trasformate in certezze. E anche la vicenda dell’assicurazione, che ancora oggi gli uomini della Mobile di Giacinto Profazio non hanno acquisito, diventa materia di speculazione.

Sul web si sono creati due schieramenti, per la verità molto minoritario quello che difende i due carabinieri. Tant’è. Per il momento i pochi elementi in chiaro della vicenda portano comunque a uno scenario fortemente compromesso per i due carabinieri.

Intanto fa riflettere che il ministro della Difesa Pinotti si sia sbilanciata: «Gli accertamenti sono in corso ma c’è qualche fondatezza rispetto alle accuse». Anche se fosse vera la tesi difensiva dei carabinieri, e cioè che si è trattato di un rapporto sessuale consensuale, in realtà sempre secondo il il Codice penale quella che si è consumata è una violenza sessuale. Lo ricorda il legale di una delle due ragazze americane: «La violenza sessuale si consuma anche abusando delle condizioni di inferiorità psicologica o fisica al momento del fatto. E le due ragazze rando in condizioni alterate per via dell’alcol». Ecco. In ogni caso i carabinieri sono colpevoli, sostiene la difesa delle due studentesse americane. E in ogni caso, come ha anticipato ieri sera il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette, se fosse vero «i protagonisti sono indegni dell’uniforme che indossano». La loro prospettiva è il licenziamento dall’Arma, la «messa in congedo». E naturalmente il processo penale.

Si aspettano, dunque, i risultati tecnici dei consulenti. Sulle «tracce biologiche» repertate sugli indumenti delle ragazze. Da un punto di vista tecnico, queste “tracce” potrebbero essere di spermatozoi, di sangue o saliva. Ma anche di nulla, nel senso che potrebbe essere una traccia solo di un contatto della mano che rilascia cellule epiteliali.

Per avere i risultati su queste tracce di Dna passa un giorno. Ma bisogna farlo l’esame e la procedura che deve essere attivata prevede la citazione di periti, consulenti, avvocati delle parti, come se fosse un incidente probatorio. Per venti minuti sarebbe stata parcheggiata la gazzella sotto casa delle studentesse. Due militari hanno comunque disonorato la divisa che portavano. Dal punto di vista processuale quei rapporti rubati in un androne e in un ascensore di un palazzo sono una violenza sessuale gravissima. Dal punto di vista dei carabinieri, un comportamento indegno. L’inchiesta è in corso, bisogna aspettare i risultati delle perizie, delle consulenze. Ma la solo ammissione di uno dei due carabinieri del rapporto sessuale avuto con una delle studentesse è una ammissione di colpa. I due hanno violentato due studentesse americane.

Sorgente: I due carabinieri sono già colpevoli e indegni dell’uniforme – Tiscali Notizie

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.