Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Capitano Ultimo, il caso sul tavolo del Copasir

Martedì scorso, 12 settembre, non soltanto caso Regeni e situazione libica, con particolare riguardo ai flussi migratori, tra i temi discussi durante l’audizione del premier Paolo Gentiloni presso il Copasir. A quanto apprende l’AdnKronos, infatti, sul tavolo anche la vicenda Consip con gli ultimi sviluppi legati al ruolo dei carabinieri, in particolare di Gianpaolo Scafarto, l’ufficiale del Noe sotto inchiesta per falso e rivelazione del segreto istruttorio nell’ambito del caso, e di Sergio De Caprio, noto come capitano Ultimo.AISE – De Caprio, in particolare, ha avuto un contratto con l’Aise, il servizio di intelligence estera, circa sei mesi fa, con un ruolo legato alla sicurezza interna, lasciando poi i servizi, su richiesta della stessa Agenzia, una volta divenuto noto il suo coinvolgimento nel caso Consip.NOE – Fonti vicine al comitato sottolineano poi come sia, comunque, prassi comune il fatto che, durante la sua permanenza in forza all’Aise, De Caprio abbia potuto contare su un gruppo di persone, tre o quattro, che avevano già lavorato con lui in passato, ad esempio al Noe.LA PROCURA – Dopo la fuga di notizie in merito alle audizioni sul caso Consip che si sono tenute al Csm, due fascicoli sono stati aperti dalla Procura di Roma per rivelazione del segreto d’ufficio. I due fascicoli, al momento contro ignoti, si riferiscono a due diverse fughe di notizie coperte da segreto e pubblicate su alcuni quotidiani.LE AUDIZIONI – Audizioni in prima commissione al Csm in relazione all’istruttoria su Consip e Cpl Concordia: ascoltati i Procuratori aggiunti di Napoli Alfonso D’Avino e Giuseppe Borrelli. A fine luglio erano già stati ascoltati dalla commissione il procuratore generale di Napoli Luigi Riello e il facente funzione Nunzio Fragliasso in un’audizione in cui erano state ripercorse le tappe riguardanti l’indagine.

Sorgente: Capitano Ultimo, il caso sul tavolo del Copasir

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *