Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

​May a Firenze: Lasciamo l’Ue ma vogliamo essere ancora partner – Rai News

La premier britannica: “Accordo creativo su nuove relazioni. Nostro dovere trovarlo, io sono ottimista”. Theresa May ha proposto un periodo di transizione di due anni post-Brexit. Agli italiani nel Regno Unito: vogliamo che rimaniate, siete un valore. Il commento di Michel Barnier: è questo lo spirito costruttivo del negoziato. Gentiloni: parole importanti su italiani in UKTheresa May a Firenze (Ap) Brexit, Theresa May a Firenze, appello ai leader Ue: usate “creatività e immaginazione” Johnson: discorso di May positivo e ottimista Brexit, sondaggio ribalta esito urne: 52% favorevoli a remain

22 settembre 2017

La Gran Bretagna “ha deciso di lasciare l’Ue”, ma intende restare partner dei paesi europei, dall’economia, alla lotta contro il terrorismo, al tema dell’emergenza immigrazione, ha detto la premier britannica a Firenze.La cooperazione in materia di sicurezza fra Gran Bretagna e Ue è destinata a continuare anche dopo la Brexit poiché è basata su “comuni valori” di democrazia, di libertà, di rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto, ha detto la May, evocando “un coraggioso e strategico accordo” di cooperazione, un accordo “senza precedenti” negli impegni reciproci, “per proteggere i nostri popoli, difendere i nostri valori e garantire la sicurezza di tutto il continente”.La premier britannica Theresa May lancia, parlando a Firenze, un messaggio ai “600 mila italiani che stanno nel Regno Unito”: “Vogliamo che rimaniate, siete per noi un valore, vogliamo che restiate. L’impegno è di assicurare che voi continuate a vivere le vostre vite come prima”.Gran Bretagna e Ue possono essere “creativi” nello stabilire una nuova relazione dopo la Brexit, ha aggiunto la May, sottolineando che “gli occhi del mondo sono puntati su di noi”. Per il primo ministro è dovere di Londra e Bruxelles trovare un accordo e lei si sente in proposito “ottimista”. “Nei negoziati abbiamo compiuto grandi progressi su vari versanti”, ha sostenuto Theresa May. “La Brexit sarà un processo difficile, ma abbiamo interesse che i negoziati funzionino. Il cambiamento deve essere graduale e giusto, non solo per questa generazione ma anche per la prossima”, ha aggiunto la May.Il premier britannico, Theresa May, ha proposto un periodo di transizione di due anni post-Brexit. “Dal 29 marzo 2019 non saremo più parte dell’Ue ma i nostri rapporti con l’Ue si potranno sviluppare in modo nuovo”: “propongo un periodo di attuazione degli accordi una volta usciti dall’Unione europea, ci sarà un limite temporale che potrà essere concordato in base all’articolo 50”. May ha ricordato che “il periodo di attuazione dovrebbe durare due anni ma potremmo anche anticipare”.La Gran Bretagna “onorerà gli impegni del bilancio” dell’Unione Europea fino al 2020, ha detto Theresa May sottolineando che “non voglio che i partner europei temano di dover pagare di più” o ottenere di meno. Nel suo discorso, la premier britannica ha sottolineato che “un periodo di transizione” di “circa due anni” dopo la Brexit è “nel reciproco interesse”. Ed ha aggiunto che in questo periodo vuole che per Londra “l’accesso al mercato europeo rimanga” invariato.”Il Regno Unito – secondo la May – non farà più parte del mercato unico e dell’unione doganale. Non vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca, cerchiamo un nuovo equilibrio con una nuova partnership”, ha concluso Theresa May.Barnier: spirito costruttivo del negoziato”Nel suo discorso a Firenze, il primo ministro Theresa May ha espresso uno spirito costruttivo che è anche lo spirito dell’Unione Europea in questo negoziato”. Lo ha detto il capo-negoziatore dell’Ue per la Brexit, Michel Barnier. Le assicurazioni di May sui diritti dei cittadini sono “un passo avanti ma ora devono essere tradotte in una posizione negoziale precisa del governo britannico”, ha avvertito Barnier.

Sorgente: ​May a Firenze: Lasciamo l’Ue ma vogliamo essere ancora partner – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *